Sfortun..OSA

Basket Lodi – Socialosa 29-28

Il buon risultato all’andata, ci faceva sperare in una partita comoda anche al ritorno..così non è stato, complici alcune assenze fra i nostri (oltre a due infortuni in gara) e degli avversari molto attenti e fallosi in difesa, discreti in attacco e molto precisi dalla lunetta. Buon primo tempo dei nostri, ottimi movimenti in attacco con frequenti passaggi e buona difesa; la partita è molto combattuta, a due minuti dalla fine siamo sotto di 4 e finiamo 6 a 6. Il secondo quarto è meno dinamico ma riusciamo a contenere gli avversari, che in alcuni casi fanno valere l’aspetto fisico di alcuni loro atleti; iniziamo a patire gli errori dai tiri liberi, molto falliti per il superamento della linea (alla fine saranno almeno 6 punti annullati). Dopo l’intervallo ancora un terzo tempo non brillante in cui il divario alla fine si fa importante e porta gli avversari a un +5 che appare difficilmente recuperabile. Nell’ultimo quarto iniziamo invece bene, con una difesa più attenta e qualche buona entrata azzeriamo il distacco e rimaniamo punto a punto fino alla fine. La differenza alla fine la fanno i tiri liberi, i ns. avversari hanno avuto meno occasioni e sono stati più precisi di noi..sarà per la prossima!
Sempre forza OSA!

Delizi…Osa!!!

Osa – Corsico: 84-44
La sveglia che suona presto. La voglia di rimanere sotto le coperte. Difficile abbandonare le lusinghe di Morfeo in una uggiosa domenica milanese, a meno che, ovviamente, ad attenderti non ci sia l’Osa DeliziOsa ammirata tra le mura amiche della Murat!
Travolgente come una valanga. Devastante come uno tsunami. Abbagliante come il Koh i noor!!! A scanso d’equivoci, va subito sottolineato come lo scarto finale non vada assolutamente ascritto ai demeriti d’un Corsico dimostratosi avversario tenace e più che meritevole, ma a pieno vanto d’un Osa-band scintillante come la stella polare. Dopo alcune prestazioni obiettivamente sottotono dei nostri ( e comunque portate a casa…), infatti, i ragazzi si sono esibiti in una prova praticamente perfetta sotto ogni punto di vista.
Nonostante le importanti assenze (Grandi…Grandissimi…ENORMI…meriti ai sostituti!!!), la squadra ha mostrato un carattere e una consapevolezza della propria forza che non possono che far ben sperare per il proseguio d’un cammino che ( dopo l’ultimo turno del girone in quel di Landriano…), nel prossimo futuro, proporrà match da dentro-o-fuori. Sfide che, e ce lo siamo meritato, affrontiamo con la consapevolezza, l’ambizione, ma sopratutto la convinzione, di non essere inferiori a nessuno. Lo racconta la nostra storia, quella d’un girone gold fatto di 12 vittorie su 13 partite, e se l’unico giudice che conta alla fine è il campo, possiamo dirci Orgogliosi d’un cammino che, almeno ad inizio stagione nemmeno il più ottimista dei tifosi avrebbe potuto pronosticare!
Palla a due, e Corsico scatta dai blocchi molto meglio di noi. 0-4 esterno. 2-6 sempre per quelli in canotta blu. Pareggiamo sul 7-7 con una bomba scintillante, ma è dura
( d’altro canto dall’altra parte ci sono i finalisti regionali dell’anno scorso…mica pizza e fichi!!!).
Da qui in poi però la squadra in campo è una sola: difesa attenta, sopratutto sugli scarichi, attacco fatto di transizioni veloci. Dentro-fuori fulminanti che in un amen portano il vantaggio dei nostri sulla doppia cifra alla fine del primo quarto: 27-12 e forte ipoteca sul risultato finale!
Poco c’è da dire sul proseguio d’un match che, nonostante l’impegno, la tenacia e il carattere d’un Corsico mai domo e che ha dimostrato di meritare ampiamente l’ottima posizione di classifica, non proporrà più cambiamenti nell’andamento d’un punteggio che seguita a premiare un’Osa-band che, almeno da un pò di tempo a questa parte, non c’era capitato d’ammirare in codesta, meravigliOsa versione DELUXE!!! Prossimo, e ultimo, appuntamento in quel di Landriano, per chiudere un girone Gold che definire Trionfale è abbastanza riduttivo. Poi avanti con il tabellone regionale e i
suoi impietosi match da vivi-o-muori…la sfida continua, l’asticella si fà sempre più alta, come la nostra fiducia nei nostri Incredibili e Coraggiosi Campioni!!!
un grosso abbraccio a tutti e…FORZA OSA!!!
(BV)

Rosa, che bel colore!!

Osa – Visconti 65 – 49

Tornano finalmente alla vittoria i nostri Under 16 dopo una lunga striscia di prestazioni negative.

La domenica pomeriggio parte subito con una bella sorpresa, NIENTE ARBITRO!!
Un vero guaio soprattutto per gli ospiti che per venire a giocare a Milano si sono fatti un bel viaggetto.

Ma nulla e’ perduto, pronti via, con l’accordo dei due allenatori, il malcapitato dirigente SocialOsa viene gettato nella mischia con un fischietto.
Ci tengo a complimentarmi con entrambi gli allenatori per non aver mai protestato per una decisione avversa, soprattutto e’ da sottolineare l’atteggiamento dell’allenatore ospite che ha piu’ volte ricordato ai suoi atleti che non si trattava di un arbitro federale e che le proteste erano da evitare.
Un vero signore, chapeau.

Della partita che dire, le due squadre si sono affrontate a viso aperto giocando una discreta pallacanestro.
Osa e’ stata avanti dal primo all’ultimo minuto portando a casa una vittoria importante che restituisce morale al gruppo.

Rispetto alla gara di andata ho trovato i ragazzi di Visconti migliorati soprattutto nella circolazione di palla, ottima partita del numero 6.

Ora ci rimane un ultima gara da giocare al massimo delle nostre possibilita’ cercando di onorare questo bel campionato

Avanti cosi’

Let’sgOsa

GrintOSA 1

Pol. Varedo – S.Osa 35 – 38

“una partita di sacrificio ed abnegazione”: così recita la cronaca dell’ormai noto sito Lombardia Canestro, a proposito della prestazione offerta dai gialli sabato pomeriggio sul bel parquet della capolista imbattuta (… fino alle h. 14.30…) Varedo !!

Come all’andata, persa in casa di 10 ma solo nelle battute finali, anche stavolta l’equilibrio regna per circa 40′, con la fisicità dei brianzoli (impressionante ancora una volta il divario in tuttidicasitutti i duelli 1c1) contrastata non solo dal cuore messo in campo dai nostri funambolici, ma anche dalla velocità e senso tattico che hanno saputo costruire nelle ultime settimane.

E’ così che con dei break improvvisi di difesa pressante, sfoderati quando non in campo il loro notevolissimo palleggiatore n°17, uniti a qualche buona spaziatura nei tagli e alcune pregevoli “penetra e scarica” in continuità, i ragazzi sono riusciti a costruirsi buoi tiri, spesso sbagliati un po’ per la tensione (partita tesissima sia per qualche “incomprensione reciproca” in tribuna ereditata fin dall’andata, sia per i robusti accompagnamenti sonori, anche stavolta portati in dote dai casalinghi…… ma ieri esibiti anche dagli ospiti !!!) ed un po’ oggettivamente per la difficoltà di non essere soffocati da tentacoli, muscoli e aggressività dei bianchi locali.

Punteggio bassissimo, atmosfera “affettabile” col proverbiale coltello, arbitro amabilmente messo in discussione un po’ da tutti (ma il cui metro arbitrale, peraltro condivisibile ed equamente distribuito, ha rischiato spesso di penalizzarci in alcune situazioni sia di falli che di infrazioni), difese arcigne e concentrate: ecco i giusti ingredienti per arrivare ad un finale al cardiopalma, nel quale i nostri hanno capitalizzato con freddezza da una parte un paio di soluzioni offensive del nostro Big Jim Ale, e dall’altra essere riusciti a non concedere più secondi tiri ai lunghi locali. Let’s go Osa !!!

GrintOSA 2

Rescaldina – S.Osa 65 – 56

pur non riuscendo a ripetere la bella impresa della partita di andata (avversari oggettivamente superiori sia tecnicamente che atleticamente, non a caso lanciati verso la vittoria del girone SIlver D), i rossi hanno saputo contenere il passivo giocando anche loro, sulla scia dei loro compagni gialli, una bella partita di sacrificio e abnegazione difensiva; di quelle che il coach amerebbe sempre vedere.

Primo quarto di difficoltà e vantaggio dei locali;
poi nel secondo quarto il ns. “mancino terribile” riesce a colpire con costanza in entrata e così si va alla pausa lunga molto vicini nel punteggio;
terzo quarto ancora in sofferenza, ma vivace reazione negli ultimi minuti della partita, nei quali i rossi bene interpretano “l’arma bianca” chiesta loro dal coach, e vanno a pressare e contestare ogni situazione di attacco avversario, riuscendo meritatamente contenere il passivo finale entro la doppia cifra, anche grazie, proprio in chiusura di campionato, alla prima “bomba” realizzata dalla squadra, che, oltre a rifarsi egregiamente dalla figuraccia di domenica scorsa, chiude così molto bene il proprio campionato, nel quale ha registrato ben 5 vittorie e tante tante partite combattute punto a punto, dimostrando tutti i progressi fatti. Let’s go Osa !!

RED RAIN

Sotto una pioggia torrenziale ci rechiamo a Monza dov’è in palio il primo posto del GOLD1 Milano: per i nostri avversari l’imperativo è vincere e sperare in un nostro passo falso nell’ultima giornata.

Ma si sa, con il temporale i gufi che aleggiano nel nostro girone non possono volare e così, all’interno della palestra, una pioggia rossa si abbate sui Forti e Liberi.

Il divario fisico è inquietante, centimetri e kg abbondano a favore dei monzesi, ma i nostri partono con la concentrazione delle grandi occasioni e viaggiano al doppio della velocità, il primo quarto rasenta la perfezione: 23 a 10 per i ragazzi in canotta rossa.

Ogni giocatore si prende le proprie responsabilità in attacco e in difesa, tutto il quintetto base chiuderà la partita con lo stesso score individuale, compreso tra 12 e 13 e dalla panchina arriveranno altri 12 punti altrettanto preziosi.

Sì ragazzi, questa si chiama squadra!

Nel secondo quarto F&L ci prova, arrivare al ferro per i nostri diventa un po’ più complesso, ma comunque teniamo botta e all’intervallo siamo avanti 40 a 29, il – 11 sarà lo scarto minimo.

Nel terzo quarto produciamo ancora un’ottima pallacanestro e lo scarto finale + 18, 68 a 50, lo testimonia; nel quarto amministriamo e, nonostante affiori un po’ di fatica, chiudiamo 75 a 60.

Il primo posto è nostro e il sorriso raggiante di coach Rossini a fine gara certifica l’ottima prestazione.

(RC)

Ancora rOSA contro Ebro

SOCIALOSA vs EBRO 62 A 30.

Per la terza volta quest’ anno incontriamo e battiamo Ebro.
A differenza di quanto accaduto nei 2 precedenti incontri
spuntiamo un risultato rotondo e partendo da una difesa impenetrabile conquistiamo altri 2 punti contro un
avversario temibile.
Ancora imbattuti i ns ragazzi dimostrano di avere ancora
energie da spendere (16 a 2 nel secondo quarto)e voglia di vincere, cosa per niente scontata in questa fase della stagione.
Detto questo non abbiamo ancorafatto niente: ora comincia
una salita ripidissima e piena di insidie.
Ancora tanta fatica da fare e la difficoltà di mantenere
inalterata la concentrazione;ricordiamoci che si vince e
si perde tutti assieme e che solo la forza del gruppo ci può portare ancora avanti.
Forza Osa !
(RB)

Addio sogni di Gloria……

Osa 52 Cassina 55

Si infrangono sullo scoglio Cassina le speranze di arrivare al tabellone per i nostri Under 16.
Per riuscire ad ottenere ancora i playoff si dovrebbe avverare una concatenazione di eventi favorevoli degna di una profezia di Nostradamus.
Cha la giornata fosse quella da mare in burrasca si e’ capito sin dalle prima battute della partita, con gli ospiti molto piu’ grintosi e convinti dei nostri atleti.
Forse i ragazzi hanno pagato un po’ la pressione della gara da ultima spiaggia, ma se si vuole andare avanti in questa competizione si devono fare i conti anche con questo tipo di situazioni ed imparare a gestirle, senza lasciarsi sopraffare.
Cassina parte bene e buca la nostra difesa “allegrotta” da tutte le posizioni.
In compenso il nostro attacco rimane prevedibile e scontato, anche quando arriviamo al ferro riusciamo a sbagliare semplici appoggi, buttando via punti preziosissimi.
Primo quarto da dimenticare ed ennesima partita in rincorsa.
Nel secondo periodo le cose migliorano, in attacco continuiamo a stentare, ma almeno riusciamo a registrare la difesa, adesso per fare canestro devono fare fatica.
Incomincia la rimonta e punto dopo punto ci riportiamo sotto.
All’intervallo lungo chiudiamo solamente con due punti di deficit.
Partita riaperta.
Incomincia il terzo periodo ma le facce dei nostri atleti non sono quelle giuste, arriviamo tardi nei close out difensivi e per recuperare dobbiamo troppo spesso ricorrere ai falli.
Il bonus arriva veloce e impietoso, i giri in lunetta degli ospiti portano punti pesanti.
La gara ritorna in salita.
Siamo sempre in partita, punto a punto ma i ragazzi in giallo, anche se stanchissimi, non mollano, proteggendo il loro tesoretto con le unghie e con i denti.
Il nostro guizzo finale non riesce a concretizzarsi e Cassina porta a casa un meritato referto rosa.
Forse non riusciremo ad arrivare al tabellone ma possiamo tranquillamente affermare di aver giocato tutte partite molto intense, dall’esito incerto, che hanno messo a dura prova i nostri giocatori, in un girone dal livello tecnico/fisico decisamente elevato.
E questa e’ una fortuna.
Ora ci rimangono due incontri da disputare, entrambi con il coltello tra i denti, consci di non avere piu’ nulla da perdere e pronti ad onorare questi impegni al massimo delle nostre possibilita’.
Let’sgOsa
(AD)

Pall. Melegnano – SocialOsa 64-27

A differenza della partita di andata, in cui i “rossi” entrarono in partita solo dopo la pausa lunga, vagando per il campo senza idee e senza energie per 20’ buoni, stavolta l’unico concetto che può descrivere la prestazione è un laconico “non pervenuti”.
Spiace molto, soprattutto al coach, ma qualunque alibi (dai primi caldi alle sindromi pre-adolescenziali etc etc) è tranquillamente replicabile anche per gli avversari, quindi non ci sono scuse.
Sotto ad allenarsi come si deve !!
(AF)