Prestazione altalenante contro giovani eccellenti

Ussa Nova – Social Osa 66-73
Social Osa : Lucchini 2, Finzi 24, Verucchi 9, Bauyon, Longoni 2, Della Flora 5, Sebastiani 6, Ghiandoni, Loizate 5, De Marzi 14, De Bernardini 6. All. Avantaggiato

Ci presentiamo a Nova Milanese ancora acciaccati ma con Verucchi a referto dopo 40 giorni. Dovrebbe servire a fargli riprendere confidenza con il campo, avendo fatto solo 2 allenamenti a ritmo ridotto. Vedremo che non sarà cosi: risulterà decisivo con le sue giocate di energia nel corso del secondo tempo.
La partita inizia molto bene. Forse fin troppo.
Dopo 2 minuti siamo 7-0. Giochiamo veloci, in scioltezza. Di contro, gli avversari sembrano un pochino molli.
Ed in effetti dopo un time out del coach di Nova che striglia i suoi ragazzi, la partita diventa più equilibrata. Le difese però non “mordono “. Si va alla pausa lunga con 3 punti di vantaggio che avrebbero potuto essere di più, se solo avessimo difeso con più attenzione e grinta. I giovani di Nova sanno giocare a basket e segnano da ogni posizione. La nostra zona usata con parsimonia funziona ad intermittenza.
Nel terzo quarto sembriamo un pochino spenti e ci intestardiamo con azioni di 1vs1 che non portano risultati se non quello di farci superare nel punteggio. C’è bisogno di una scossa: “Te la senti?” “Certo coach….” “Bene, vai dentro e….OSA!”
Andrea mette in campo tutta la sua frustrazione dovuta all’assenza per oltre un mese. E’ la sveglia per tutti.
Da lì inizia una battaglia. La vinciamo in difesa. Nel quarto finale recuperiamo tanti palloni con grinta: sia a rimbalzo sia facendo sbagliare scelte ai nostri avversari. E l’attacco torna a funzionare in transizione. A circa 2 minuti dalla fine il margine sembra rassicurante ma i ragazzi di Nova (tutti componenti le squadre under 20 e 18 Eccellenza di Desio) non ci stanno e con alcuni bei canestri ci tengono sempre sulle spine. Manteniamo però la giusta freddezza. Altri 2 punti in classifica portati a casa. Per oggi bene così.
(EF)

Prezi…Osa!!!

Osa vs Tumminelli 59-36

Gold! Or! Oro! Pure aurum, se venite da studi classici! Questo il grido liberatorio e di giubilo che si è levato dalla curva giallorossa domenica mattina al suono della sirena. Finalmente il sogno è realtà! È stato un cammino duro, pieno d’insidie, a cominciare dalla levatura degli avversari che, fino all’ultimo, ( Tumminelli docet…) hanno fatto l’impossibile per farci sudare una prima piazza proprio per questo ancora più gustosa.
Nessuno che osasse anche solo sperare in qualcosa di meno d’una fiera battaglia in quest’ultima giornata del girone di qualificazione! E di questo s’è trattato: un’aspra, ma sempre corretta, tenzone tra due contendenti entrambi meritevoli. Compagini toste, quelle che si trovano ad incrociare le scarpette alla Murat. Quadrati e ben messi in campo, quelli con la canotta blu, fin dai primi rimbalzi dell’arancia paiono provvisti dei proverbiali “occhi della tigre”. I nostri avversari, infatti, arrivano prima sui palloni vaganti e vanno a rimbalzo con decisione, a testimoniare le bellicose intenzioni con cui si sono presentati alla sfida.
La contesa s’incanala inevitabilmente sui binari d’una sfida degna d’un duello medievale. Poco spazio per le finezze stilistiche o i giochetti da playground, piuttosto tensione da tagliare con la motosega e agonismo alle stelle. Mischiate il tutto, aggiungete il valore della posta in palio, date una bella shakerata e il risultato non potrà che essere un cocktail forte e dal gusto deciso! Poco soddisfazione per i puristi della palla-al-cesto: basti il punteggio con cui si chiude il primo quarto…il tabellone segna infatti un eloquente 10-12 blu che la dice tutta!
Sinfonia che non cambia dopo il primo timeout lungo, difese che seguitano ad avere la meglio sugli attacchi. Ci provano i Rossini-boys che, complici un paio di “rapine” a metà campo, scavano un solchetto di sei punti a metà quarto, prontamente rintuzzato dagli avversari che addirittura riescono a chiuderla avanti proprio sulla sirena prima del thè caldo!
Come dite? Che spesso il terzo quarto risulta poi quello decisivo? Un po’ come dire che l’acqua è bagnata! Fatto sta che ( vuoi vedere che Coach Guido e Coach Massimo nascondono qualche formula magica dietro la lavagnetta degli schemi?) dagli spogliatoi la banda Osa esce come meglio non potrebbe. Bastano pochi indemoniati minuti per capire quanto la musica sia cambiata. Come una lepre da una muta di cani da caccia, i nostri ragazzi scappano via alla velocità del fulmine, lasciando gli inseguitori con un palmo di naso. Recuperi in serie, contropiedi fulminanti, appoggi sicuri e pure qualche missile da fuori a incenerire la retina avversaria. Quasi troppo bello, vien da pensare! Risultato: parzialone di 22 a 2(!!!) e grossa ipoteca depositata sul match!
Nell’ultimo tempo però il Tumminelli, sfoderando orgoglio e grinta, per nulla deciso ad arrendersi, trova alcuni buoni canestri riuscendo a diminuire sensibilmente un divario che si mantiene comunque sulla doppia cifra. Una bomba “santa” e un paio di efficaci azioni offensive permettono altresì ai nostri di riportare lo scarto a livelli abbastanza rassicuranti, evitando in tal modo alle già provate coronarie degli ultras Osa, un finale di partita a rischio infarto.
Adesso, già ovviamente passato il tempo (peraltro brevissimo…) dei meritati complimenti ai nostri atleti ( felicitazioni che vanno estese e condivise con i “colleghi” e amici degli under 14!!!), è tempo di pensare a prepararsi al meglio al severo impegno d’un girone gold che si presenta ( e come potrebbe essere altrimenti?) altamente competitivo. Con la convinzione che, continuando a sudare e a impegnarsi in palestra sotto la sapiente guida di due condottieri come Guido e Massimo, potremo affrontare le sfide che verranno a testa alta e con la fierezza che spetta a chi sa di meritarsi i risultati conquistati!
Per ora…buon Natale a tutti e ovviamente…FORZA OSA!!!!
(BV)

Grande impresa dei ragazzi contro i primi della classe

SocialOSA–Ebro 61-54
SocialOsa: Lucchini,Finzi19,Bauyon,Airoldi,Longoni2,DellaFlora7,Sebastiani2,Ghiandoni8,Loizate2,
Bombonati,DeMarzi18,DeBernardini3. All.Avantaggiato
La squadra è in emergenza da parecchie settimane con tanti giocatori infortunati e/o acciaccati:
approfittiamo quindi per fare un grande “in bocca al lupo” a Riccardo e Matteo che ,purtroppo è
ormai certo, dovranno saltare tutta la stagione. Vi aspettiamo ancora in campo il prima possibile!
Anche in questa occasione abbiamo assistito a un ottima performance. Tutti hanno portato il
proprio contributo: chi con la difesa, chi con i punti, chi con i rimbalzi. Ogni ragazzo ha dato tutto,
anche se per pochi minuti. Siamo giovanissimi (a parte il saggio Jacopo) e da stagioni come
queste abbiamo tutto da imparare.
La partita inizia, come spesso accade, con ottime giocate offensive soprattutto in transizione. La
difesa si adatta bene sui lunghi avversari e si riescono a contenere bene le bocche da fuoco di
Ebro (+10 a fine quarto).
Dopo una piccola flessione di inizio secondo periodo, manteniamo circa 5/8 punti di vantaggio fino
all’intervallo lungo.
L’inizio del terzo quarto è interlocutorio; dopo qualche minuto prendiamo il largo stringendo le
maglie in difesa (con anche l’utilizzo della zona). Colpendo sia in contropiede che da 3 punti
raggiungiamo addirittura i 13 punti di vantaggio.
Quando manca poco alla fine del quarto e per i primi minuti dell’ultimo periodo facciamo un
pochino fatica a segnare ma ciò nonostante, grazie a grinta e a spirito di squadra, manteniamo
sempre un leggero vantaggio.
Nel quarto parziale comincia a farsi sentire la fatica: i nostri avversari si riavvicinano ma mai oltre i
3 punti di differenza. Con giocate di intelligenza e di tecnica riusciamo sempre a ricacciarli indietro
fino a raggiungere i 10 punti di vantaggio a 2 minuti dalla conclusione. Nonostante qualche errore
di troppo che permette ad Ebro di limare lo svantaggio, portiamo a casa una vittoria fondamentale
per la classifica ma soprattutto per capire che las trada intrapresa è quella giusta. Si vince e si
perde tutti INSIEME!
(EF)

GOLD!!

Tigers – Osa 36 – 89

Chiude con 8 vittorie su 8 partite la nostra Under 16 il girone di qualificazione al campionato provinciale FIP.

Sicuramente è stata una bellissima impresa, dato che in questo girone c’erano squadre di grande valore, come Gorgonzola, Posal, Urania e Garbagnate.
Godiamoci questo momento di gloria stando pronti a ricominciare concentrati la nuova avventura a Gennaio.

La partita contro i Tigers e’ stata piacevole da vedere con alcune belle giocate da ambo le parti.
I nostri atleti sono stati in vantaggio dal primo all’ultimo minuto, mettendo in chiaro immediatamente che il risultato finale non poteva assolutamente essere messo in discussione.
Tutti e 12 i ragazzi convocati si sono alternati in campo e ognuno di loro ha dato il suo contributo per la vittoria finale.
Bravi!

Menzione particolare per Georges Tamani che ha giocato un ottima partita.
Avanti cosi’

Let’sGosa
(AD)

Percorso netto al Gold

Social OSA – Azzurri Niguardese 81-34
Parziali: 19-9, 17-12, 22-6, 23-7
Gli OSA-boys concludono il girone di qualificazione regionale FIP Milano 6 con l’ottava vittoria su otto partite. Bisogna fare i complimenti ai coach Rossini e Maschio per questo bel risultato, per l’energia che hanno saputo trasmettere al gruppo; e a tutti i ragazzi per essersi applicati con entusiasmo e impegno in questi mesi, migliorando molto nel gioco di squadra.
Stasera è stata una bella partita, piuttosto combattuta nei primi due quarti, quando gli Azzurri hanno giocato a viso aperto e senza timori, replicando con alcune belle trame alle iniziative dei giallorossi e rimanendo abbastanza vicini nel punteggio, sebbene sempre sotto.
Social OSA non è riuscita, nei primi due quarti, a fare girare la palla come al solito contro la difesa schierata; ci sono stati diversi passaggi sbagliati e palle perse, e nemmeno il pressing difensivo o il contropiede volevano veramente funzionare a dovere.
Facce diverse dopo l’intervallo lungo. Nel terzo tempo OSA schizza in avanti con un parziale di 18-0. Difesa e attacco hanno cominciato a girare, e le bellissime giocate di alcuni dei nostri hanno fatto il resto, non lasciando scampo alla Niguardese. Simile la musica nel conclusivo quarto.
Adesso al Gold arriverà il bello e il difficile. I nostri saranno chiamati a partite ancora più impegnative e contro squadre di alto livello. Lavorando con l’applicazione finora mostrata, la consapevolezza nei propri mezzi e la voglia di migliorarsi, potranno togliersi, ne siamo convinti, ancora qualche bella soddisfazione.
Forza OSA sempre!
(MC)

U13 gruppo giallo

Domenica 26.11 S.Osa – Urania B
77 – 25

poco da dire per il penultimo impegno del girone di qualificazione, se non che abbiamo incontrati avversari capaci di mettere in campo tanta velocità e aggressività (e poco altro), e che francamente nel 1° quarto ci siamo complicati la vita da soli, litigando “pesantemente” col ferro (come talvolta ci capita, sbagliando decine di semplici appoggi al tabellone) e lasciando a nanna la consueta attitudine difensiva che invece solitamente ci caratterizza;
tutto rientrato nelle giuste distanze tra le due squadre invece dal 10′ al 40′
(AF)

Black Friday

SOCIAL OSA – PANTIGLIATE
40-54 (4-15, 14-18, 14-6, 8-15)

Tabellini: Ghiotto 16, Signori, Bugo 2, Zagra NE, Fanizzi 3, Battigelli 2, Fiorani 6, Terzi 8, Cassone 3. Allenatore: Rossi, Assistente: Ventura, Dirigente: Beretta

Nel week end del black friday assistiamo in copernico anche al black saturday offerto dai nostri ragazzi nella difficile sfida contro Pantigliate.
Solo così si può spiegare la prestazione della compagine U18 rossa che regala interamente il primo quarto agli ospiti, padroni indiscussi del campo, e negli altri 3 tempini fa sconti, omaggi e quanto più può per vanificare l’enorme sforzo di cuore e energie attuato per rientrare in partita. Nonostante le percentuali imbarazzanti siamo stati lì, a -4 a inizio quarto quarto, ma la benzina è finita e anche la lucidità al tiro, dal perimetro, dalla linea della carità è in maniera sconcertante in comodi lay-up in solitudine. Parlano chiaro le statistiche degli ultimi 5 minuti di gara e si spengono così le luci su un match che deve insegnarci molto in termini di serietà, concentrazione e approccio.
Ci attendono ora 2 importanti sfide in questa settimana per invertire la rotta ed essere finalmente convincenti sul parquet.

Let’s go Osa!
(LR)

Gruppo Rosso

sabato 18.11 Leone XIII – S.Osa
58 – 27
sabato 25-11 S.Osa – Borghebasket
35 – 60

basterebbe osservare che la prima avversaria citata ci precede in classifica di appena un posto, mentre la seconda è imbattuta in prima posizione; già questo direbbe molto sull’andamento delle due partite…

rinunciatari, passivi in difesa, molli sui palloni da conquistare: questo in sintesi il racconto del sabato trascorso sul mitico campo leonino di via Rossetti, dove una compagine avversaria con appena 2-3 elementi sopra la media vista in campo, ma tanta (tanta !) voglia in più dei nostri di lottare su ogni pallone, ha dominato la partita fin dal 1.o quarto (terminato con uno sconfortante 28-12);

determinati e grintosi invece sabato scorso, quando abbiamo ospitato la prima della classe, dotata di tecnica e soprattutto fisicità decisamente superiori alle nostre, e davanti a cui i ragazzi hanno “accettato mentalmente” di misurarsi con avversari più bravi e forti; più volte hanno tentato di allargare la forbice del punteggio, riuscendoci solo in parte nella parte centrale della partita
con i migliori saluti

Bella Partita!

Osa – Posal 60 – 50

E’ stata devvero una bella partita quella disputata domenica tra i ragazzi di SocialOsa e quelli di Posal Sesto.
Le due squadre si sono affrontate a viso aperto consapevoli dell’importanza del risultato in palio.
Osa doveva mantenere il primato in classifica, mentre Sesto si giocava la possibilita’ di accedere al Gold.

La velocita’ in campo e’ stata molto elevata, i ragazzi hanno corso per tutti i 40 minuti senza sosta.

Osa parte bene e, nonostante il primo quintetto di Sesto sia decisamente di alto livello, riesce a chiudere avanti il primo quarto.
Nel secondo quarto incominciano le rotazioni e la panchina di SocialOsa si dimostra piu’ pronta rispetto a quella dei nostri avversari.

Il vantaggio Osa aumenta assestandosi intorno ai 10 punti.
Sesto rimane sempre attaccata al match, grazie a buone percentuali dall’arco.

Dopo la pausa Posal tenta di riaprire la partita aumentando ancora l’intensita’, ma un ottimo contropiede e un tiro da 3 a bersaglio per i giallorossi stroncano il tentativo sul nascere.

Nel quarto periodo la panchine risultano determinanti, anche perche’ i ragazzi che sono partiti per primi sono veramente stremati a causa del ritmo elevatissimo sostenuto.
Ancora una volta il secondo quintetto di Osa si dimostra all’altezza giocando un basket di buon livello.

La vittoria per i giallorossi e’ meritata e decisamente “sudata”.
Manca ancora una partita ai nostri under 16 per chiudere imbattuti la prima fase, avanti cosi’ !

Let’sGosa
(AD)