Fascin…Osa!!!

Osa vs Osal Novate: 77-46

Che i biancoverdi di Novate fossero avversari da prendere con le molle era ampiamente previsto, ma quello che è successo sabato pomeriggio tra le mura amiche della Murat ha dell’incredibile, a conferma di come il basket si confermi una volta di più il gioco più bello del mondo!
Ma andiamo con ordine, match d’alta classifica per i nostri ragazzi che si trovano di fronte un’Osal lanciatissima che viene da tre convincenti vittorie. Fin dalla palla a due si capisce di che tipo di confronto si tratterà: difese che prevalgono sugli attacchi, pressing asfissiante e punteggio basso. I nostri trovano alcune buone trame e provano a scavare un piccolo solco sul più sei, che però viene presto colmato da una Novate che fa della prestanza fisica e del gioco in velocità il suo marchio di fabbrica. La contesa assume le caratteristiche d’una sfida a scherma. Prima una stoccata di qui, e poi un’altra di là, senza che nessuna delle contendenti riesca a prevalere in maniera decisiva sull’altra.
Il punteggio con cui le squadre rientrano negli spogliatoi la dice lunga al riguardo Osa 32 Novate 29!
Il copione pare lo stesso anche nel terzo quarto che, grazie ad alcuni decisi attacchi al ferro dei propri atleti, vede l’Osal impattare il match sul 44 a 44. tutto da rifare quindi, e ultimi dieci minuti da cardiopalma! Tensione quindi che si taglia con il coltello, tanto sugli spalti che in campo. Fatto questo che di certo non contribuisce allo spettacolo in senso stretto. Troppe palle perse da ambo le parti e punteggio che pare non volerne sapere di sbloccarsi. A metà quarto, sul 48-46 ( sigh…sigh!), timeout Novate, e qui succede l’imponderabile!
Dalla pausa, infatti, i nostri escono con i proverbiali “occhi della tigre”! Pressando su ogni pallone con sana ferocia i ragazzi di coach Rossini provocano una miriade di palle perse da parte degli straniti avversari, un’Osa adesso in versione deLuxe capitalizza alla perfezione il momento di grazia sfornando canestri in serie, mentre sugli spalti ci si stropiccia gli occhi, increduli di fronte a cotanto splendore!
Quando poi, a seguito di ripetute proteste nei confronti del direttore di gara, un giocatore di Novate viene espulso dal campo, si capisce che il sipario sta per chiudersi. Parzialone di 30 a 0 nel giro di tre minuti e match in ghiaccio!
Certo che se si fosse cominciato a giocare con un poco d’anticipo, evitando rischi coronarici al come sempre caloroso tifo giallorosso, sarebbe stata cosa buona e giusta, ma volete mettere il pathos e l’emozione d’una vittoria arrivata in questa maniera? Come si suol dire…per tutto il resto c’è Mastercard!!! saluti e…FORZA OSA!!!
(BV)

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *