Peccato. Perso per un soffio.

Social Osa– Osal Novate 65-68
Social Osa : Lucchini, Finzi 12, Verucchi 11, Airoldi 4, Longoni 1, Della Flora 7, Sebastiani 2, Pannella 6, Ghiandoni 2, Bombonati, De Marzi 6, De Bernardini 14. All. Avantaggiato Vice all. Maifredi

Finisce come all’andata. Perdiamo dopo un supplementare una partita alla nostra portata. Novate è nelle parti nobili della classifica e noi ce la giochiamo fino alla fine, ma rimane comunque un po’ di amaro in bocca per l’epilogo.
L’inizio è abbastanza soporifero. Giochiamo con poca grinta e concentrazione. Tanti errori al tiro anche in situazioni abbastanza favorevoli. La difesa però tiene e siamo solo sotto di 3 a fine quarto anche in virtù di molti errori al liberi degli avversari.
Il secondo parziale diventa più spumeggiante. Segniamo di più alzando maggiormente il ritmo senza farci irretire dal gioco lento di Novate. Purtroppo però continuiamo a lasciare troppi secondi tiri: siamo poco intensi e concentrati a rimbalzo difensivo e gli avversari rimangono in lieve vantaggio a fine primo tempo.
Il terzo quarto ci illude. Siamo finalmente più decisi in ogni parte del campo. Coinvolgiamo tutti, abbiamo ancora un ottimo contributo dai ragazzi della panchina che si fanno trovare pronti sia in attacco che in difesa. Novate però gioca bene ed è molto precisa nel tiro dalla media dopo una buona circolazione di palla. Finisce il quarto con un nostro vantaggio di 4 punti che ci fa bene sperare per il proseguo.
L’inizio dell’ultimo parziale sembra favorevole: viceversa di colpo smettiamo di far girare la palla e ci intestardiamo con giocate individuali. E Novate senza forzare troppo ci supera. Per circa 5 minuti non segniamo più. Il gioco di squadra latita. Non riusciamo neanche ad alzare il ritmo ripartendo in velocità dalla difesa che comunque ci tiene a galla. A 15 secondi dalla fine sbagliamo l’ennesimo tiro forzato e essendo sotto di 1 punto siamo costretti a fare fallo immediato. Novate non capitalizza a pieno facendo 1 su 2 ai liberi. Time out nostro. Sulla rimessa in attacco finalmente ci muoviamo tutti senza palla e riusciamo a trovare il pareggio da centro area a circa mezzo secondo dalla sirena. Supplementari.
Solitamente chi recupera all’ultimo istante dovrebbe avere l’inerzia e l’entusiasmo dalla propria. Invece noi ricominciamo a non giocare in attacco. Tanti palleggi sul posto, poco movimento lontano dalla palla: risultato tanti tiri forzati. In un amen Novate torna sopra di 6 punti. Sembra finita, ma l’orgoglio dei ragazzi (mai domi bisogna dire!) ci permette di andare a tirare da 3 punti per il pareggio a pochi istanti dalla conclusione. Purtroppo il tiro esce e ci lascia il referto giallo a fine della gara.
(EF)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *