Ultimi incontri…

Tante sono le cose accadute dall’ultimo racconto del percorso che questa squadra sta affrontando, alcune esaltanti altre più complicate da digerire, chiaro segno che questa squadra sta ancora crescendo nell’iter di formazione del carattere e della costruzione delle proprie certezze.

Andiamo in ordine cronologico… incassato il colpo per il mancato passaggio alla fase gold giunto un paio di giorni prima dell’ultimo scontro di regular season (vittoria o sconfitta ci avrebbe comunque tenuto al quinto posto) i ragazzi, ignari della notizia, giocano intrasferta contro Pantigliate, primatista per tutta la stagione.
Quella che ne è uscita è stata una partita vibrante e seppur avessimo perso Pietro Signori dopo solo 1 minuto di gara i ragazzi hanno saputo compattarsi e ribattere colpo su colpo agli avversari.
Tecnicamente e tatticamente una buonissima prestazione condita con il brivido finale quando a 10 secondi dal termine sul -6 usciamo dal time-out e insacchiamo la tripla che ci porta a un solo possesso. recuperiamo palla dalla rimessa avversaria e tentiamo nuovamente ma la palla rimbalza a lungo sui ferri ed esce mentre suona la sirena, la storia infinita di questa stagione in cui la fortuna non ci ha mai sorriso.
Applausi per tutte e 2 le squadre dal numerosissimo pubblico e abbracci fra i ragazzi e fra le panchine, una bella pagina di sport.

PANTIGLIATE – SOCIAL OSA
57-54 (17-14, 13-13, 15-9, 12-18)

Tabellini: ‪Fanizzi 7, Terzi 20, Cassone 4, Rosa, Signori 3, Fiorani 8, Vaghi 2, Bugo 6, Beatrice, Ghiotto 4. Allenatore: Rossi, Assistente: Ventura, Dirigente: Fiorani

La quinta posizione e quindi la “testa di serie” del girone silver non è affatto un vantaggio per come si è strutturata la seconda fase. Rimaniamo fermi senza disputare partite per un mese esatto nell’attesa di conoscere la nostra avversaria, vincitrice del doppio scontro previsto dalla formula.
Gli incroci dicono che sarà Gerardiana, squadra ostica che già ci aveva battuto in campionato.
Gara 1 sul loro campo ci sarà fatale, rimaniamo in partita fino a metà dell’ultimo quarto quando la palla non entra più, il caldo asfissiante ci toglie le forze e perdiamo anche la lucidità che servirebbe per saper gestire incontri di andata e ritorno dove tutto è possibile.
Partiamo malissimo e il match sembra un incubo di quelli a cui purtroppo abbiamo già assistito. E’ l’ingresso in campo di Flavio Battigelli a suonare la carica mettendo a segno 2 triple e un canestro in 3 azioni, la partita cambia volto e lottiamo fino a una manciata di minuti dalla sirena finale dove commettiamo una serie di ingenuità che mandano la squadra di casa ripetutamente in lunetta ad ampliare il divario.

GERARDIANA – SOCIAL OSA
61-48 (16-4, 4-20, 18-11, 23-13)

Tabellini: ‪Fanizzi 12, Terzi 2, Cassone 9, Rosa 4, Battigelli 8, Fiorani 5, Paratore, Bugo 2, Beatrice, Ghiotto 6. Allenatore: Rossi, Assistente: Ventura, Dirigente: Fiorani

Ultimo treno per i nostri ragazzi in casa, in una copernico gremita di tifosi venuti nel lungo ponte a sostenerci sappiamo di dover mettere in atto la partita perfetta per ribaltare il -13 e guadagnarci l’accesso alla fase successiva. Occhi della tigre ma non basta quando davanti hai una squadra che gioca con la tranquillità di un bottino da difendere e le imprecisioni non possono essere perdonate.
Così è andata, strappiamo una vittoria con le unghie e con i denti, cominciamo la rimonta a fine terzo quarto col buzzer-beater di Flavio Battigelli che infiamma le tribune, esultiamo ma il sorriso è amaro.
Paghiamo l’immaturità agonistica e l’altalena di prestazioni di tutta la stagione.

SOCIAL OSA – GERARDIANA
58-57 (13-15, 8-12, 16-19, 21-11)

Tabellini: ‪Fanizzi 5, Terzi 13, Cassone 8, Rosa 8, Battigelli 4, Fiorani 10, Paratore 2, Bugo 4, Beatrice, Ghiotto 4. Allenatore: Rossi, Assistente: Ventura, Dirigente: Fiorani

Con un occhio che guarda già a fine stagione e consapevoli di doverci riscattare ospitiamo in casa la squadra olympic team, arrivata quinta nell’altro girone e di cui non abbiamo informazioni. Abbiamo il solo obiettivo di giocare al massimo e onorare il campo.
Avvio equilibrato dove non riusciamo a graffiare, qualche aggiustamento tattico dalla panchina e prendiamo il largo con Jacopo Vaghi che fa valere i suoi centimetri e diventa la vera minaccia nel pitturato. Grande festa del gruppo con tutti i ragazzi impiegati a segno (Matteo Rosa infortunato è entrato per onore di firma).

SOCIAL OSA – OLYMPIC TEAM
71-44 (13-13, 21-7, 18-7, 19-17)

Tabellini: ‪Fanizzi 12, Vaghi 8, Cassone 8, Rosa, Battigelli 11, Fiorani 13, Paratore 5, Bugo 2, Beatrice 4, Ghiotto 8. Allenatore: Rossi, Assistente: Ventura, Dirigente: Fiorani

Dopo 2 prestazioni di alto livello siamo subito pronti a distruggere quanto di buono fatto con una prestazione confusionaria, superficiale e priva di impegno. La qualificazione già virtualmente conquistata durante il week end ci ha reso supponenti e svogliati e questa è la cosa che più di tutto amareggia lo staff. Un passo avanti e uno indietro, finchè troveremo la nostra quadra.

OLYMPIC TEAM – SOCIAL OSA
66-50 (18-13, 16-16, 17-16, 15-5)

Tabellini: ‪Fanizzi 16, Terzi 4, Cassone 16, Battigelli 2, Fiorani 5, Paratore, Bugo, Beatrice, Ghiotto 7. Allenatore: Rossi, Assistente: Ventura, Dirigente: Fiorani

Ci rimangono ancora 2 gare, probabilmente contro Vignate, per lavorare e crescere. vi aspettiamo per salutare la squadra e per comunque applaudirli per le tante cose belle che hanno fatto in un cammino indubbiamente mai privo di difficoltà.

Let’s go Osa!
(LR)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *