ImpetuOsa!

Osa – Corsico: 94-37
Un’onda di piena. Uno tsunami. Un terremoto. Tutto questo e qualcosa di più sarà sembrata
la straripante Osa al malcapitato Corsico, domenica sera alla Murat. E, per una volta tanto,
si può tranquillamente affermare che i meriti dei vincitori superano di gran lunga i demeriti
degli sconfitti. Ma andiamo con ordine.
In un uggioso tardo pomeriggio milanese, in quel del palazzetto di via Villani, va in scena la terza giornata del girone Top. A farci visita avversari dal nobile pedigree, nientemeno che i finalisti regionali di un paio di stagioni fa: il basket Corsico, dove tra l’altro andrà a cimentarsi il nostro, indimenticabile, Franz, al quale facciamo un enorme “in bocca al lupo” per la nuova avventura!
Se però, come detto, fuori il clima è quello che è, in palestra ci pensano i ragazzi in canotta rosso sgargiante ad illuminare d’immenso il pubblico di casa. Fulminee transizioni, scarichi puntuali, tagli perfetti, difesa arcigna, recuperi, rimbalzi d’attacco che si trasformano in seconde opportunità, cesti da fuori e da sotto: insomma, un po’ di tutto e per tutti i gusti, show baskettaro allo stato puro, signori miei!
Primi due quarti che, al netto delle ugole messe a dura prova e delle mani spellate a forza
d’applausi, scorrono con i nostri che sciorinano una pallacanestro al limite della perfezione,
suonando una melodia che più dolce non si potrebbe. Per rendere l’idea, alla sirena dell’intervallo lungo, sollevando il capo verso il nuovissimo tabellone della Murat, si legge
un eloquente 50-18…e non starò di certo a dirvi a favore di chi…
Come si dice in questi casi? Guai a calare il ritmo, guai a perdere la concentrazione, che nel
giocopiùbellodelmondo ci si mette un attimo a rimettere tutto in ballo! Verissimo, per carità,
ma non stavolta baby! Nonostante i lodevoli tentativi di avversari che hanno l’indubbio
merito di non mollare mai, infatti, le Rossini-troops seguitano indefesse nella loro avanzata
dilatando il divario nel punteggio fino al sontuoso 94-37 finale!
Bravi, bene (forse persino…benissimo!), adesso però bisogna impegnarsi perché a tutto
questo segua l’opportuno e dovuto…bis! Sì, perché dopo una prestazione senza dubbio di
pregiata fattura come questa, la prima cosa da fare è…dimenticarsela il più in fretta possibile! Tre su tre non è male come partenza, sopratutto in un girone che non prevede match di “ritorno”, ma va tenuto ben chiaro nelle zucchette (che volete…siamo ad Halloween!) che ancora nulla s’è portato a casa, e che il cammino che ci aspetta è ancora lungo e ricco di tranelli. Bando quindi ai festeggiamenti, e testa già da ora al prossimo match di Legnano, contro un avversario che di sicuro avrà una voglia matta di riprendersi dopo un avvio sfortunato!
Un Mostruoso ( sempre Halloween…) abbraccio a tutti e…FORZA OSA!!!

(BV)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *