LacunOSA!

Osa – Cat Vigevano: 56-82
Che fosse dura, non ci voleva mago Merlino a dircelo. Che Vigevano fosse una Signora
squadra, pure! Ma va detto che quanto visto alla Murat domenica sera è parso andar oltre.
Premesso che, classifica alla mano ( si qualificano le prime cinque…e noi siam già dentro!),
la partita aveva l’importanza che aveva, ma da qui alla “rullata” rimediata dai nostri ce ne
passa. Grandi, Grossi e Bravi, quelli della Lomellina, chapeau!
Vigevano la vince con tutto il merito di sto’ mondo, colpendoci fin dalla palla a due dove ci
fa più male: vicino a canestro, con precisi pick n’ roll e azioni a liberare i suoi ottimi lunghi,
che fatturano fin da subito punti e rimbalzi a profusione. Noi ci proviamo da fuori ma
stavolta, a differenza di quanto successo nel match con gli Azzurri, le polveri sono un
pochino bagnate. Fatichiamo come un ciclista con una ruota sgonfia sullo Zoncolan. Ogni
punticino è una sofferenza, mentre dall’altra parte la palla si muove che è un piacere (per
loro sopratutto…) e il parziale che chiude il primo quarto sa già di sentenza: 10-28 Vigevano
e brutti nuvoloni che s’addensano all’orizzonte.
Nel secondo qualcosina proviamo a combinare, riuscendo almeno a ridurre lo scarto di un
ciccinin…parziale di 20 a 15 per i nostri e si va negli spogliatoi sul 30-43 esterno. Non sta
gran cosa, ma questo passa il convento!
Che non ci sia trippa per gatti lo confermano comunque gli due ultimi tempi. Ad ogni nostro
tentativo di recupero, infatti, quelli in canotta gialloblu rispondono puntuali e attenti sia da
sotto che da fuori, da metà ultimo quarto poi si va in pieno garbage-time, con il divario che
assume dimensioni forse anche un tantino esagerate rispetto a quanto visto in campo, dove
comunque la vittoria dei nostri avversari non è mai stata minimamente in discussione.
Stavolta Vigevano ci è stata superiore, complimenti a Vigevano!
Dopo cinque referti rosa è arrivata la prima sconfitta d’un girone Top comunque finora
molto più che positivo, adesso urge resettare tutto il più in fretta possibile, perché il
recupero del match contro Here You Can è già alle porte, e quale occasione migliore per
tornare ad assaporare il dolce aroma della vittoria?
Un grosso abbraccio a tutti e, oggi più che mai….FORZA OSA!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *