DubbiOSA

SocialOSA – Busnago: 60-66

La nostra squadra si presenta priva di un paio di elementi importanti causa mali di stagione ed acciacchi assortiti, ma gli altri ragazzi dimostrano fin da subito di voler vendere cara la pelle al cospetto di una squadra in formissima e che punta alle prime 3 posizioni.
Il primo quarto è piacevole: attacchi ben bilanciati da ambo le parti e difese “oneste” fanno divertire il buon pubblico accorso anche oggi al Pala Iseo. Siamo sopra di due al termine del parziale.
Nel secondo quarto iniziano le rotazioni ed i nostri giovani tengono il campo con personalità. Le difese si fanno più dure ed inspiegabilmente gli arbitri non fischiano più. Tutte e due le squadre si adattano ma ne viene penalizzato lo spettacolo. Infatti gli attacchi fanno più fatica: concludiamo sopra di 2 anche all’intervallo lungo grazie soprattutto ad un paio di bombe di Longo e Della.
Purtroppo dopo l’intervallo l’arbitraggio “all’inglese” continua sulla stessa falsariga. I nostri ragazzi rispondono colpo su colpo ma ormai il gioco dentro il pitturato è quasi impossibile. La circolazione di palla è meno fluida e gli avversari ci sorpassano e prendono un lieve vantaggio solo grazie ai tiri liberi ed al bonus, che noi non raggiungiamo mai nonostante i nostri lunghi vengano martirizzati a centro area.
Inizia l’ultimo periodo e siamo sotto di 5, resistiamo qualche minuto e torniamo a contatto. Rientrano i nostri “vecchietti” per il finale.
Ad un minuto dalla fine siamo sotto di 2 grazie ad un canestro di Miche.
Busnago attacca con pazienza e riesce ad ottenere 3 punti e 2 tiri liberi su un’azione particolarmente convulsa e di difficile interpretazione. Ci troviamo in un amen a – 6 a circa 40 secondi dalla fine.
Gli ultimi tentativi vengono effettuati in un clima di scoramento generale e non portano ulteriori punti nonostante i ragazzi riescano a recuperare la palla in pressing dopo aver fallito una ormai disperata tripla.
Peccato. Partita non bella, ma molto combattuta. La squadra si è fatta trovare pronta alla battaglia, nonostante i pochissimi falli sanzionati dal duo arbitrale.
Ma anche questo sarà di insegnamento, forse già in funzione della prossima trasferta a Morbegno dove ci attendono degli avversari agguerriti, che vorranno rifarsi della sconfitta dell’andata.
(EF)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *