FragorOsa!

Osa – Marnatese Basket: 92-50
Un maremoto. Uno tsunami. Una valanga inarrestabile. Questa l’Osa ammirata domenica sera. E si badi bene, mai come stavolta si può tranquillamente affermare che i meriti dei vincitori superano di gran lunga le “colpe” degli sconfitti. Ci hanno provato in tutti i modi e fino all’ultimo secondo, infatti, quelli di Marnate ad opporsi alla truppa giallorossa, ma stavolta non c’avrebbero fermato neppure i Lakers di leBron!
Percentuali da far impallidire un campione olimpico di tiro al piattello. Difesa asfissiante con i nostri spesso in anticipo sui diretti avversari. Arancia che gira più veloce della pallina sulla roulette. Uno Spettacolo, per intenderci!
Fin dalla palla a due si capisce l’aria che tira somiglia molto a una candida e rigenerante brezza d’alta montagna. Alterniamo alla perfezione soluzioni da sotto e da fuori costringendo la difesa avversaria agli straordinari. Già prima d’allacciarci le stringhe sapevamo quale fosse l’importanza della posta in palio, e i ragazzi traducono sul campo le più rosee aspettative: prendiamo subito in mano le redini del match costringendo una pur più che meritevole Marnate ad un difficile inseguimento. Alla sirena del primo quarto il tabellone illumina un più che benaugurante 26 a 9. Questo di certo non significa che il relativo fascicolo si possa già archiviare come “pratica evasa”, ma una certa qual speranza d’aver cominciato a mettere le cose nel verso giusto inizia a farsi strada. Sensazione confermata in un secondo quarto che, se da un lato vede l’orgogliosa e prevedibile reazione d’una mai doma Marnatese, dall’altro vede i nostri andare all’intervallo lungo conservando un margine di sicurezza: 43 a 28 e morale altino anzichenò!
Nel terzo parziale, infatti, riusciamo a cavalcare la tigre in maniera splendida. Pare una di quelle giornate dove la metteresti pure da casa tua. E se nel divertente cartone animato di qualche anno fa “piovevano polpette”, qui alla Murat grandinano triple. Troppa grazia sant’Antonio! Dalla generosa cornucopia giallorossa fioccano punti su punti che allargano il divario a favore dei nostri in maniera inarrestabile, 54-34 a sette e qualcosa, 70-41 con ancora tre giri di lancette per la fine del terzo. Quando poi la tabella segna un clamoroso 80 a 49 a metà ultimo quarto cominciano a scorrere i titoli di coda d’un match nel quale siamo stati capaci d’esprimere un impatto offensivo forse mai visto, finora, quest’anno! Si chiude sul 92-50 sotto gli spalti gremiti e festeggianti della torcida Osa. Successo importante questo, non solo per la caratura dell’avversario ( una Marnatese confermatasi formazione tosta e di gran livello sia tecnico che fisico…Chapeau!), ma anche e sopratutto per quello che comporta a livello di graduatoria. Con la classifica che si fa alquanto interessante, è comunque il momento di serrare le fila per uno sprint finale che vedrà (come ovvio…berbacco!) il livello dell’asticella alzarsi di brutto!
Duri e massicci dunque, a cominciare dal prossimo scoglio, Argentia Gorgonzola…stiamo
arrivando! Un abbraccino grossetto a tutti e come al solito…FORZA OSA!!!
(BV)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *