VittoriOSA con carattere

Bocconi – SocialOSA: 52-62
Oggi abbiamo un paio di assenze importanti: speriamo che i presenti sappiano sostituire degnamente i compagni momentaneamente ai box. Intanto recuperiamo il White Mamba fermo da oltre un mese.
Gli avversari arrivano da una serie negativa piuttosto lunga e con problemi di roster.
Probabilmente oggi i nostri ragazzi pensano, erroneamente, di fare un sol boccone dei bocconiani (!!!).
Ed invece gli universitari sono una squadra orgogliosa e soprattutto ben allenata e quindi fin da subito si capisce che sarà partita vera.
Dopo 2 minuti siamo 0-7. Devo averlo già scritto almeno in un altro paio di partite recenti….
Time out e finalmente entriamo in campo anche noi. Ma si resta sempre dietro. Loro riescono ad alternare buone giocate in penetrazione e tiri da 3 punti: la nostra intensità difensiva è quasi nulla. Finiamo il parziale sotto solo di 5 nonostante una percentuale molto deficitaria anche nei tiri liberi (5 su 9).
Nel secondo quarto gli arbitri fischiano pochissimo da ambo le parti e pertanto le difese hanno il sopravvento. Così facendo però scontentano tutti e i nostri avversari si innervosiscono, permettendoci di rimanere in scia. Giochiamo decisamente malino; per fortuna entrano alcune triple che aumentano il nostro bottino visto che in area è praticamente impossibile entrare.
All’intervallo lungo siamo ancora sotto solo di 5. Questa è una delle poche notizie positive.
Il terzo parziale ci permette un graduale riaggancio ed il sorpasso proprio sul finire. In questo frangente gli arbitri continuano a fischiare poco: si fa però particolarmente apprezzare il capitano che approfitta dei trattamenti riservati ad alcuni suoi compagni più temuti. Si fa trovare pronto e quindi chiudiamo il tempo in vantaggio di 4 punti anche in virtù di una splendida azione finale conclusa in contropiede da un assist di Campe per Seba.
L’ultimo quarto rimane in equilibrio per qualche minuto. Grazie ad una difesa finalmente aggressiva e soprattutto grazie alla mossa dei coach, che fanno marcare il guizzante play avversario dal nostro White Mamba, riusciamo ad effettuare il break decisivo superando anche la doppia cifra di vantaggio che viene poi mantenuta sul finale nonostante gli avversari non alzino mai bandiera bianca.
Bravi a farci trovare pronti ed adeguarci ad una bella battaglia sportiva!
(EF)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *