Cambio al vertice

A soli tre giorni di distanza dalla precedente partita, siamo di nuovo in campo per il succulento anticipo della 3° giornata di ritorno del nostro campionato top, che si sta rivelando molto impegnativo, regalandoci emozioni intense ad ogni partita.
Questa sera riceviamo tra le mura amiche della Murat la forte compagine del CERMANATE, che guida il campionato in solitaria, con due punti vantaggio sui nostri ragazzi, proprio in virtù della sconfitta di soli 2 punti che ci ha inflitto all’andata.
I rossi di OSA annusano aria di big match e il piglio iniziale è quello delle grandi occasioni.
Concentrati in difesa e decisi in attacco, raggranelliamo subito qualche canestro di vantaggio, arriviamo anche sul + 12, ma qualche palla persa di troppo consente ai nostri avversari di chiudere il primo quarto con soli 7 punti di distacco, sul 19 a 12 per noi.
Nella seconda frazione l’intensità degli OSA boys non scende e i Cermenatesi sono in palese difficoltà contro la difesa schierata, purtroppo siamo ancora noi a tenerli in gioco con alcune palle perse, su situazione di rimessa, oppure con cattive scelte nell’affrontare il loro pressing, inoltre più di una volta siamo troppo sbilanciati in attacco, così da nostri tiri sbagliati, scaturiscono contropiedi mortiferi.
Il risultato è un quarto in perfetta parità 17 a 17, andiamo al riposo lungo con il tabellone che segna 36 a 29 per i locals, uno scarto tutt’altro che rassicurante.
Alla ripresa, inevitabilmente, abbiamo il primo e unico calo della serata, soprattutto la fase offensiva diventa meno brillante e per non farci mancare nulla comincia un’incredibile serie di tiri liberi sbagliati (13 errori su altrettanti tentativi tra terzo e ultimo quarto)
Ai nostri contendenti non sembra vero e, minuto dopo minuto, cominciano a rosicchiare lo scarto finché 3 triple nel giro di pochi possessi gli consentono di mettere addirittura la testa avanti, fortunatamente ci ricompattiamo velocemente e ci riportiamo avanti, anche se solo di 1 punto, il terzo tempo termina 46 a 45.
Ci aspetta un finale ad alta tensione, ma è proprio in questa situazione che i nostri tirano fuori il meglio del loro repertorio ovvero una super-difesa, il quintetto in campo si muove all’unisono, aiuti, raddoppi e adeguamenti scattano con perfetta sincronia, gli ospiti non riescono più ad avvicinarsi al ferro e anche i tiri dal perimetro vengono contestati efficacemente.
Alla fine gli concediamo la miseria di 3 punti, la chiudiamo 60 a 48, ci prendiamo il primo posto del girone grazie alla differenza canestri, coronando un inseguimento durato 10 giornate ed ora che siamo lì, sarà dura spostarci, tra 10 giorni ci aspetta il Corbetta, forza ragazzi, avanti così!
(RC)
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *