TremebondOSA

Social Osa – MALASPINA rossa 35 – 45
(8-12/4-13/12-8/11-12)

Ultima di campionato e la si affronta senza i nostri 2 migliori realizzatori, assenti per motivi vari, quindi con potenzialmente un deficit in attacco che andrà colmato dalla voglia dei compagni di superare un tantino i propri limiti.

L’alibi é però nello sport molto spesso uno specchietto per allodole……

L’impressione resta, alla fine dei 40′, quella che questo sabato pomeriggio resterà come la fotografia di tutta un’annata, incentrata su timidezza, arrendevolezza, poco “animus pugnandi”, paura dei contatti, confusione con la palla in mano (nonostante mezz’ore e più spese ogni allenamento per provare e riprovare i movimenti base della pallacanestro, tipo tagliare, scaricare palla su penetrazione etc etc) e soprattutto “inchiodatura” sui propri limiti personali tipo fermare la palla, palleggiare alto, non cambiare velocità, non usare entrambi i lati etc etc

Peccato, c’erano i presupposti per fare meglio, molto meglio; e anche scoprire, scorrendo altre classifiche, che il girone di qualificazione probabilmente era stato più “tosto” delle impressioni iniziali ha anche questo funzione di specchietto per allocchi, visto che alla fine nei gironi di classificazione i nostri avversari iniziali hanno fatto tutti molto meglio di noi, TUTTI

(AF)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *