PalpitantOSA

Sabato: Gamma basket Segrate – Social Osa 46 – 44
Domenica: Miniolimpia Armani 2008 – Social Osa 46 – 34

Week end molto intenso per gli Esordienti, a cui i cambiamenti di calendario per i recenti “Ponti” regalano in meno di 24 ore due trasferte big, contro 3.a e 1.a in classifica.
Il fatto che recentemente Gamma sia riuscita a battere a Segrate i piccoli fenomeni di Assago ci offre ancora la possibilità, almeno teorica, di giocare per il primato del girone (1 sconfitta Armani, 2 noi, 4 Segrate).

Partiamo da sabato: avvio purtroppo non all’altezza, con poca intensità difensiva e troppa timidezza offensiva; il primo quarto scava un solco di ben 7 punti; le cose vanno un pochino meglio nel secondo tempino ma andare alla pausa lunga avendo subito ben 26 punti (a 19) non è un buon segnale.
Si va a corrente alternata ancora nel terzo quarto (pagando molto, è giusto dirlo, le pesanti assenze di giornata dei ragazzi impegnati nei giochi scolastici) e così ci si guarda negli occhi all’ultima mini pausa sotto di ben 12 punti; a quel punto l’inversione chimica dei quintetti, azzardata dal coach, sembra pagare buoni dividendi…… e Pippo diventa pure ancora più dominante di quanto già lo fosse stato prima: ci si ritrova così a 120″ dalla fine sul +1 !! Si va poi pari per più di un minuto, ed è solo una sanguinosa palla persa a 15″ dalla fine, convertita in comodo contropiede, a dare a Segrate la vittoria, peraltro meritata.

Domenica: oggi invece paghiamo fin dal risveglio mattutino la febbre di Pippo 😩(che poche ore prima era stato abbondantemente tachipirinizzato)……
Si soffre l’aggressività (e paradossalmente la maggiore fisicità dei 2008 Armani ……😳) nel primo quarto, nel quale pecchiamo anche di imprecisione al tiro; poi disputiamo 12′ di fila, tra secondo tempino ed inizio terzo, da leccarsi i baffi, scavallando la metà del terzo tempino sul +4!!! 😎; ma è qui, tra il 5′ ed il 6′ minuto, che viene fuori tutta la cattiveria agonistica dei rossi di Assago, che non aspettavano altro che un nostro piccolo calo di energia per contro-segnare (con anche qualche discutibile contributo esterno…… su cui sorvoliamo) un parzialone che li porta anche sul +14 a metà dell’ultimo quarto.
Buona ancora la chiusura, che però non toglie quella sensazione un po’ di rimpianto che hanno tutti a fine partita.

Netta è la voglia di vedere il bicchiere mezzo pieno: in entrambe le partite si è vista una squadra capace di reagire alle proprie debolezze, capace di giocare almeno a sprazzi una buona pallacanestro e di lottare insieme.

Let’s go Osa !
AF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *