Andiamo in finale Beppe! (cit.)

Come disse il nuovo al vecchio presidente:
Andiamo in finale Beppe! (cit.)

Gara 1: Lions Asola – Serie C 63-68
Gara 2: Serie C – Lions Asola 85-80 dts

Bravissimi.
Poco da aggiungere.
2 partite vissute sul filo dell’equilibrio concluse sempre in volata a nostro favore, contro una squadra molto forte, completa e con almeno 3 elementi di assoluto valore.
Match combattutissimi: prima vinti, poi persi, poi rivinti negli ultimi secondi ed anche oltre.
Ci presentiamo alla semifinale con alcuni acciaccati ma sappiamo che tutti i ragazzi a referto possono dare qualche minuto in campo. Ne abbiamo anche altri in tribuna che son pronti a dare il contributo. Questo probabilmente sarà anche ciò che farà la differenza alla fine. Abbiamo giocato in 12 in ambedue le sfide. Gli avversari avevano la panchina un pochino più corta.
Nella prima sfida partiamo alla grande, sorprendendo i mantovani che devono rincorrere nel primo quarto.
Poi veniamo sorpassarti e fatichiamo a mantenere le loro mostruose percentuali realizzative da fuori area e le ottime giocate di Sartora nell’area pitturata. Le nostre percentuali si abbassano ma riusciamo a rimanere in scia grazie ad una prova maiuscola di Lori. All’intervallo saremo sotto solo di 7 punti.
Dopo la pausa lunga ci presentiamo ancora grintosi. Ritorniamo presto in parità e da lì in avanti sarà un altalena molto emozionante. La sfida si fa più maschia e a prevalere sono le difese. Il parziale si conclude con un vantaggio di 2 punti.
Nei primi minuti dell’ultimo quarto prendiamo qualche ulteriore punto di vantaggio anche grazie ad alcune giocate di energia e grinta di Campe a Seba. Ma gli avversari sono bravi. E a circa 2 minuti dalla fine con un paio di ottimi attacchi si riportano a meno 1. Dopo un nostro inopinato errore offensivo però loro sbagliano in penetrazione il possibile sorpasso, anche in virtù di un bell’aiuto difensivo. A questo punto sale in cattedra Miche che guida i più giovani: grazie ad alcuni rimbalzi offensivi ed al gioco dei tiri liberi su fallo sistematico siamo 1-0 nella serie e tutti a Milano mercoledì.
Mercoledì sera, PalaIseo gremito. Tanto entusiasmo: presenti sia ragazzi che vecchi appassionati e amici della Social Osa. Saremo pronti?
L’inizio è complicato. I ragazzi di Asola partono a razzo. Noi sembriamo un po’ contratti. Forse il match ball a nostro favore ci impaurisce. Loro giocano bene, segnano anche quando ben contenuti e forzano i nostri attacchi a tiri a bassa percentuale. Ci serve un time out chiarificatore quando siamo sotto già di 8 punti.
A fine quarto ritorniamo a meno 5 dando segni di risveglio.
Dopo qualche minuto interlocutorio, entriamo definitivamente in partita. Con l’apporto della panchina (Longo, Teo e Della su tutti) produciamo difese arcigne, ripartenze e bel giro palla e andiamo sopra di un paio di possessi costringendo il coach avversario al time out.
La fine del secondo quarto abbiamo 2 di vantaggio, avendo completamente ribaltato l’inerzia della sfida.
Dopo la pausa il trend rimane positivo. Aumentiamo il distacco e l’entusiasmo del pubblico è contagioso.
La squadra del mantovano però, giustamente, non demorde. Appoggiandosi principalmente su un fantastico Mason, puntualmente servito da Deguzman, rimane a contatto e non ci lascia tranquilli. Anzi riesce a sorprenderci e a ritornare presto a contatto ricambiando il nostro parziale.
All’inizio degli ultimi 10 minuti siamo sopra di 4. Proviamo di nuovo a scappare, la sfida rimane tesa ed in un paio di occasioni subiamo la maggior grinta dei ragazzi di Asola. Purtroppo veniamo superati a circa 3 minuti dalla fine e sulle tribune la tensione è palpabile. L’ultimo minuto non è per i deboli di cuore e infatti un paio di tifosi vip preferiscono lasciare la tribuna. Manchiamo numerose occasioni per tornare avanti, siamo costretti al fallo sistematico per provare a riprendere gli avversari. Anche loro sbagliano un paio di tiri liberi importanti. A 15 secondi dalla fine, sotto di 1 punto, tiri liberi per noi: purtroppo 0/2 e fallo immediato.
Il playmaker avversario segna il primo ma sbaglia il secondo e la palla esce a nostro favore.
Time out Osa. Rimessa in attacco. Penetrazione ostacolata duramente, tiro che tocca il ferro ed esce, rimbalzo di Miche che tira molto contrastato, la palla arriva al capitano che in avvitamento a fil di sirena deposita dolcemente il pareggio nella retina. Apoteosi.
E’ chiaro che ora siamo favoriti e prontamente ne approfittiamo per andare sopra di 4 punti. Ma Mason non è d’accordo. E riporta i suoi a meno 1 quando mancano 3 minuti alla fine. Gli ospiti ci credono ancora.
Saranno 2 prodezze offensive di Miche ed il canestro di Lucco a mettere la distanza di sicurezza. Solo a 5 secondi dalla fine i ragazzi in trasferta alzano bandiera bianca. Onore a loro.
Bella squadra, mai doma che sa giocare di tecnica e di aggressività.
Oggi abbiamo vinto noi.
E’ Finale per la promozione.
(EF)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *