We are the champions

“Caro Massimo ci è mancato veramente un soffio, questo gruppo di ragazzi meravigliosi avrebbe certamente meritato, ma banalmente qualcuno alla fine perde” questo scrivevo circa un anno fa al mio collega di penna/tastiera, che non era presente alla finale e proprio da lì bisogna ripartire, da quella delusione arrivata dopo un’annata under 14 folgorante.
Da una vittoria sfuggita per un soffio i nostri ragazzi sono ripartiti per costruire una stagione ancora migliore.
Bisogna evidenziarlo, non era per nulla scontato, con l’introduzione del campionato TOP, fin da Ottobre ci siamo misurati con quanto di meglio può offrire il panorama cestistico lombardo (Eccellenza esclusa).
La costanza dei risultati è stata impressionante, così come l’impegno e l’abnegazione incessante a partire dai coach Guido e Massimo, giustamente raggianti a fine partita, a cui vanno attributi grandissimi meriti per aver fatto crescere questo gruppo di atleti che per una volta voglio citare uno ad uno, partendo da chi ha calcato il parquet di piazza Lombardia : Carlo ‘the captain’ Cereda, Max ‘the terminator’ Varisco, Nico ‘Tyson’ Sturlesi, Marlon ‘the East freak’, Fillippo ‘Iceman’ Montalbetti, Samu ‘Skywalker’ Guardamagna, Andrea ‘Fighthing irish’ Ruozzi, EdoAlba, EdoAlbri, Gazza, LeoRossi, Franci e poi Tommaso, Matteo, Mattia, Andrea, Raphael, Iyad, Filippo, Ettore.
Naturalmente non posso dimenticare il nostro dirigente tuttofare Gianluca ‘Sturlo’ Sturlesi, il mitico refertista Luciano Ciaravolo e tutta la curva.
Ma ora corre l’obbligo di raccontare della finale, che ci ha visti affrontate Cermenate in un match ad altissima carica emotiva.
La partenza è da stropicciarsi gli occhi, voliamo sul 12 a 0 e i nostri avversari non segnano per i primi 5 minuti, troppo bello per essere vero, i comaschi in canotta bianca non si perdono d’animo e lentamente ricuciono lo svantaggio, il primo quarto si chiude sul 16 a 12 per noi.
Nel secondo quarto proviamo a dare un’altra spallata, Cermenate vacilla, ma non crolla, andiamo alla pausa sul 34 a 23, la nostra DIFESA ancora una volta ha fatto la differenza, peccato per qualche palla persa di troppo in uscita, altrimenti lo scarto sarebbe potuto essere ben più rassicurante.
Dopo l’intervallo il match sembra cambiare inerzia: mano a mano che l’obiettivo finale si avvicina la palla diventa più pesante e la paura di commettere qualche fallo di troppo lascia qualche spazio in più ai nostri contendenti, il terzo quarto si chiude 45 a 35.
Nonostante 10 punti di vantaggio nel quarto periodo siamo ancora più nervosi, i fantasmi della finale dell’anno scorso cominciano a materializzarsi, sbagliamo qualche tiro libero di troppo e la seconda bomba dall’angolo di Cermenate porta i nostri avversari ad un solo possesso di distanza, arriviamo agli ultimi 3 minuti della stagione giocandocela punto a punto e quando chi scrive comincia a temere la più crudele delle beffe, gli OSA boys hanno un ultimo e decisivo sussulto, chiudono in difesa e con un paio di canestri pesantissimi allontanano definitivamente gli avversari e gli spettri della sconfitta.
Finisce 56 a 48 per noi, Piazza Lombardia si tinge di rosso e sulle note di “We are the champions” parte la nostra festa.
Sì, è successo veramente, i CAMPIONO SIAMO NOI!!!
P.S.
Un ulteriore ringraziamento alla SOCIAL OSA, al presidente, al DS per aver creato il contesto in cui questa fantastica storia si è avverata.
Una menzione speciale per i ragazzi dell’U16 che erano sugli spalti a tifare, questo trofeo è anche vostro e lo sapete.
(RC)

One comment on “We are the champions

  1. Grazie, Roby, è stato un piacere condividere con i ragazzi, i genitori e tutto lo staff tecnico e dirigenziale questa bellissima avventura sportiva. Ora buone vacanze e tanti premi ai ragazzi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *