Domato il Leone ai supplementari

SocialOSA – Leone XIII 64 – 61 DTS
(Parziali 17-18, 25-31, 44-44, 55-55)
Questa sera eccezionalmente al PalaPavoni si gioca la partita casalinga della Prima Divisione contro i pari categoria del Leone XIII, guidati da Stefano Della Flora ed Emiliano Ventura.
La gara di andata era terminata con la nostra vittoria di 23 punti, ma questa volta Leone si presenta in campo con diverse novità rispetto all’andata, tra cui il 2002 Barucci che risulterà il miglior marcatore per i ragazzi in maglia blu.
Partiamo bene con Ghianda che segna la prima tripla della gara dopo un nostro contropiede sbagliato. Sulla nostra pressione a tutto campo, Leone perde 3 palloni in pochi istanti ma non riusciamo a concretizzare. Barucci per Leone segna 5 punti consecutivi, poi altra tripla di Ghianda seguita a breve da tre tiri liberi per il 13 pari a 2:15 dalla fine del quarto. In un minuto subiamo 2 canestri facili e siamo costretti al time out, dal quale rientriamo con un’invenzione di Putzolu e due tiri liberi per il 17-18 alla fine del quarto.
Ripartiamo con alcuni giochi a due ben eseguiti che purtroppo non si concretizzano, Scaglio però segna 2 punti in sottomano con un coast-to-coast. Altro gioco a due Putzolu-Scaglio e stavolta sono due punti da centro area, seguiti a breve da un efficace gancio di Favero. In difesa commettiamo troppi falli sotto canestro e Leone si porta in vantaggio all’intervallo con sette tiri liberi segnati consecutivi (8-13 il parziale).
Al rientro in campo un’altra tripla di Ghianda accorcia le distanze, ma lasciamo innumerevoli rimbalzi offensivi ai giocatori di Leone e commettiamo troppi falli, così dopo solo tre minuti siamo già in bonus. Sul 28-37, Maif chiama time out per fermare il parziale di 6-0 degli avversari. Un bel canestro di Airo e ancora una tripla di Ghianda, costruita con pazienza, accorciano le distanze e stavolta è Della Flora a chiamare minuto al settimo. Dopo la sospensione Bacca segna un ottimo canestro allo scadere dei 24 secondi poi ancora ancora Bacca su assist di Tonno fissa il punteggio sul -3. Grande recupero difensivo di Jack che subisce fallo a 1 secondo dalla fine del quarto: primo libero segnato, secondo sbagliato ma rimbalzo offensivo di Ghianda e fallo subìto a 0,1 secondi dallo scadere. 2 su 2 ai liberi e la rimonta è compiuta sul 44 pari.
All’inizio dell’ultimo quarto Jack diventa protagonista con un canestro in contropiede su assist di Ghianda, una tripla e un fallo subito. Putzolu fa 1/2 ai liberi e andiamo sul 50-47 con 6 minuti da giocare. Leone segna due volte ma arriva un buon tap-in di Airo per il 52-51 a -3:50. Rimbalzo offensivo di Leone che segna e si porta sul +1, mentre noi non riusciamo a realizzare. A 13 secondi dalla fine perdiamo palla in attacco e commettiamo fallo su Meulli, che segna entrambi i liberi. Time out Maif per disegnare lo schema e avere la rimessa in zona di attacco. Il gioco che deve liberare Ghianda per il tiro da 3 punti viene eseguito perfettamente: la palla rimbalza due volte sul ferro ed entra nel canestro con 2,3 secondi da giocare. Il tiro della speranza di Leone si spegne sul ferro e si arriva al supplementare.
Putzolu sbaglia un facile canestro in dai e vai, ma la nostra difesa fa commettere a Leone infrazione di 24 secondi. Segna quindi Leone da 2, ma subito Ghianda replica da 3 e Leone commette fallo in attacco. Lottiamo su ogni pallone e prima Airo e poi Favero segnano canestri decisivi, con Angelo che infila anche il tiro libero supplementare per il +6 a 1 minuto dalla fine. Corigliano però non ci sta e segna la tripla del -3. Perdiamo palla in attacco e commettiamo fallo su Fernandez che segna solo uno dei tiri liberi. Con ancora 6,5 secondi da giocare, ultimo time out Osa e rimessa in attacco. Fallo su Airo che segna un tiro libero su due e chiude la gara sul 64-61.
Questa volta abbiamo mostrato il carattere giusto per recuperare da due situazioni difficili e la determinazione per non mollare mai. Anche in attacco, in alcune occasioni, abbiamo giocato insieme, facendo muovere la difesa e costruendo il tiro migliore; adesso bisogna consolidare questa mentalità e fiducia per arrivare al massimo della forma alla fine del campionato.
#insieme #ForzaOsa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *