Vittoria su Seregno alla sesta del Top

Social OSA-Seregno 57-31
Parziali: 16-5, 10-8, 22-6, 9-12

Partita strana oggi al PalaMurat, a cominciare dal tabellone elettronico che non funziona. Il nostro mitico dirigente Gianluca Sturlesi, coadiuvato dal resto del tavolo, diventa ancora più factotum e multitasking di quanto già non sia normalmente. Si prodiga a girare i foglietti dei punti e dei minuti, usare il fischietto e la trombetta per la fine del quarto… Nell’ultimo minuto di ogni tempo girano addirittura tre fogli per i secondi: 45…, 30…, 15… – con lo Sturlo che urla: “meno dieci! Meno nove!…” – il tutto è un po’ surreale. Speriamo che Milano Sport si sbrighi a fare aggiustare il tabellone.

L’atmosfera non è stata delle migliori in campo, dopo che l’arbitro ha punito il nostro coach con un fallo tecnico per proteste e il coach di Seregno addirittura con due falli tecnici ed espulsione per lo stesso motivo – questo già nel secondo quarto. I ragazzi in campo hanno comunque onorato l’impegno e i genitori sugli spalti hanno mantenuto la calma.

Seregno riesce a difendere bene con la sua difesa schierata e a imbrigliare i nostri, incappati in una giornata di scarsa vena realizzativa. Per altro, anche la difesa Social lascia assai poco spazio ai blu di Seregno, che faticano ad arrivare a canestro. Solo nel terzo tempo la musica cambia un po’, perché i rossi OSA boys guidati dai coach Rossini e Maschio riescono a produrre un’azione offensiva più fluida, con alcuni buoni canestri corali. Nell’ultima frazione Seregno si schiera a zona e i nostri fanno parecchio fatica a batterla. Il margine di vantaggio per OSA era però già ampio alla fine del terzo quarto.

Forse non è l’ideale giocare alle ore 15.00 di sabato, solo un paio di ore dopo la fine di una impegnativa settimana di scuola e allenamenti. Ma si sa che gli incastri sono sempre problematici.

Dopo la sesta giornata, Social OSA conduce a punteggio pieno. Appuntamento tra otto giorni a Varese per la conclusione del girone d’andata.

Avanti tutta OSA!

MC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *