PalpitOsa!

Osa – Aurora: 50-46
Finale punto a punto…mancano sette secondi alla fine..siamo sopra di due…subiamo fallo e andiamo in lunetta…la mano non trema e li mettiamo tutti e due…vittoria! Ma quanto è bello il basket? Conquistiamo l’ambito foglietto rosa dopo una gara tesa, emozionante, ricca di colpi di scena, in cui entrambe le squadre hanno dimostrato carattere e tenacia. Ma andiamo con ordine e partiamo dall’inizio: fin da subito si capisce come non tiri aria adatta agli esteti della palla a spicchi. Le mani sono gelate e il (nuovo!!!) tabellone (o meglio…tabellino!) elettronico della Murat si muove con ritmi calcistici. Basti dire che a metà primo quarto si è ancora fermi sul 2 (dicasi due!!!) a 0 per i nostri avversari! Difese che la fanno da padrone e un pizzico di precipitazione da ambo le parti e i primi due quarti si chiudono con un eloquente 20 a 18 per noi. Non che dopo l’intervallo lungo cambi poi molto, il fil-rouge del match è sempre quello: attacchi anemici e difese impenetrabili. Insomma, a farla breve, non entra nemmeno a spingerla! In compenso, e viste le percentuali non è cosa da poco, quelli di Aurora riescono a rosicchiare due punticini e si presentano al via degli ultimi dieci giri di lancette in perfetta parità. 30 a 30 ed è come ricominciare da capo. E di colpo si sbloccano pure gli attacchi! Mettiamo un paio di triple. Colpiamo in penetrazione e dalla media e ci portiamo sopra di sei a pochi minuti dalla sirena. Finita? Nemmeno per sogno perché i nostri avversari hanno carattere da vendere, e in men che non si dica si riportano a contatto, e qui siamo bravi noi a mantenere il sangue freddo e a risolverla dalla lunetta. Bel match, nonostante il punteggio basso, e notevole iniezione di fiducia per una Longoni (e Di Biagio) band che, se ancora si esprime a sprazzi, comunque mostra scampoli di buon gioco! Avanti così e, come sempre, FORZA OSA!!!
BV

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *