ESO

AmministrOSA

S.Osa – Virtus Cornaredo 58 – 37
(18-8 / 10-11 / 10-8 / 20/10)

Discreta partita giocata dai nostri miniatleti contro pari età di Cornaredo, sulla falsariga della partita di andata, anche se spiace aver commesso troppi errori al tiro nella parte centrale del match.

Si sono viste però alcune gradevoli ed efficaci trame offensive, tipo dai-e-vai e tagli profondi dentro l’area.

Un plauso ai nostri mini-arbitri, Ale S. e Ciccio T., che pazientemente hanno non solo ben gestito contatti ed infrazioni, ma pure sopportato i rimbrotti (a ns. modesto avviso eccessivi) di allenatore e pubblico avversari.

Avanti !

AF

DoppiettOSA

Social Osa – Junior Basket Vigevano 37 – 15
(parziali 3-2 / 12-2 / 11-1 / 11-10)

Partita altalenante quella disputata in Copernico nel secondo sabato primaverile dell’anno.
Sicuramente volitivi in difesa (tranne l’ultimo parziale), i ragazzi sono parsi però per larghi tratti confusionari e pasticcioni in attacco, con la ricerca certosina della soluzione più difficile possibile, tra le tante a disposizione (ed in particolare nel primo parziale, distintosi dagli altri pure per imprecisione al tiro). Insomma, si poteva fare meglio, molto meglio.
Da segnalare una finalmente buona prova difensiva della coppia di “Ale”, solitamente timidi ed impacciati.

domenica 31.03.2019

Nuova Pallacanestro Adda – SocialOSA 42 – 45
(parziali 7-13 / 15-11 / 6-11 / 14-10)

Tiratissima invece la partita di domenica sull’Adda.
In evidente vantaggio nei quarti dispari, sia per i cm. di Pippo sia per l’ottima difesa di Lollo su uno dei talentuosi locali; in imbarazzo nei quarti pari davanti ad una ragazzina del 2008 che sicuramente rivedremo tra qualche anno su palcoscenici ben più importanti (capace di combinare 14 punti ed una marea di palle recuperate).
Prestazione nel complesso buona, anche se certe situazioni di “lotta” e “reattività” sulle palle vaganti vedono i nostri sempre un po’ troppo timidi e timorosi del contatto fisico….

Let’s go Osa
(AF)

DolorOSA

Social Osa – MiniOlimpia Armani 2008 38 – 44
(6-15/13-12/7-10/12-7)

AHIA che male !!!!

Mai come stavolta i marziani di Assago erano apparsi avvicinabili:
vuoi per l’anno in meno;
vuoi per il fatto che, anche in prospettiva futura, non sembra quel gruppo fenomenale che invece é il loro 2007 (tant’è che nella recente finalissima del Memorial Travia avevano “pagato dazio” pesantemente contro Aurora Desio);
vuoi per lo stato di forma dei nostri;
ebbene sembrava che il miracolo potesse avvenire,
ed invece abbiamo stavolta noi pagato pesantemente un primo quarto disastroso al tiro, che ci ha poi costretti a inseguire inseguire inseguire.

Ne è nata poi una partita molto tirata sul piano nervoso, con elastici continui negli scarti (ogni qualvolta tornavamo in singola cifra di svantaggio ci ricacciavano indietro con pregevoli 1c1), nella quale i nostri ragazzi, pur eccessivamente emozionati per il blasone della Maglia biancorossa che avevano davanti, sono stati bravissimi a non mollare mai, arrivando addirittura a -6 negli ultimi 2/3 minuti, senza però, anche per stanchezza nostra e obiettive capacità tecniche dei nostri miniavversari, riuscire a dare la zampata finale.

Bene così: ci si prepara per la partita di ritorno !!

Let’s go Osa !!
(AF)

Buona gara

Virtus Cornaredo – Social Osa 27 – 53
(8-12/10-15/4-17/5-9)

Partita ben giocata oggi dai nostri mini-atleti impegnati a Pregnana Milanese.

Primo quarto con quintetto “tecnico”, che fa valere destrezza in attacco e prontezza in difesa; peccato gli innumerevoli errori in appoggio da sotto 1c0 (novità ?? per niente !!).

Secondo quarto che si apre con un tiro libero del nostro capitano, a cui lui stesso fa seguire 2 comodi passaggi…….. agli avversari !! dalla rimessa da fondo; morale i locali prendono fiducia e ci si ritrova in un amen sotto 13-18 (parziale 10-1 per loro). Doveroso time-out e relativa “uscita” dal medesimo da sollucchero: il trio “fisico”, ben aiutato dai compagni, comincia ad avanzare di almeno 1 passo in difesa, e in attacco combina in velocità un contro-parzialone 14-0, per il meritato +9 alla pausa lunga.

Terzo quarto da “game-set-match”: i nostri cambiano ritmo su entrambi i lati del campo ed effettivamente fanno vedere buon basket, pur continuando a sbagliare i tiri più facili.

Ultimo quarto con il ns. lungo Pippo, dichiaratosi ancora esausto per il contro-parzialone precedente (…..), praticamente tenuto seduto almeno 5 degli 8′, e comunque vittoria anche in questo tempino.

Finisce con 53 punti segnati, e la sensazione di averne lasciati per strada (sul ferro, sul tabellone non usato, etc etc) anche oggi una buona ventina.

Let’s go Osa !
AF

SiOSA

Junior basket Vigevano – Social Osa
18 – 44 (6-14/2-6/8-11/2-13)

Buona partita dei nostri ragazzini in Lomellina oggi pomeriggio.

Prestazione difensiva efficace per tutti i 32′ (dei 18 segnati, JBV deve ringraziare per 10 di essi l’incredibile precisione dalla lunga – se non lunghissima …. – distanza dell’ottimo Pozzi, distintosi nel quarti dispari), che avrebbe potuto fare il paio con apprezzabile attitudine al contropiede e alle corrette spaziature in attacco…….. se non si fossero sbagliati decine e decine (NON si esagera) comodi appoggi al tabellone 1c0 !!

Comunque anche oggi ben 9 su 12 iscritti a referto, e (positivo) esordio assoluto in campionato di Juan, che ha vinto le sue paure iniziali.

BRAVI, Nulla da rimproverare…… sperando di essere più precisi al tiro da sotto quando le partite saranno più tirate.

Let’s go Osa !!
AF

BassottOSA

S.Osa – Gamma B. Segrate 43 – 34
(10-10 / 10-13 / 10-4 / 13-7)

Iniziamo subito il girone di consolazione (pur sempre del torneo competitivo) affrontando la compagine di Segrate.

Il signorino Acetone, detto anche “Giustiziere della Notte”, ha deciso di fare ancora visita a Pippo (peraltro sua vittima preferita) e SuperMax (detto anche “Er Yao Ming de noartri”), convocato in U13 domenica, deve onorare i suoi impegni scolastici: il risultato è che, durante il riscaldamento, siamo ancora una volta portati a pensare di avere la “Banda Bassotti”, quindi speriamo che le nostre virtù riescano a competere contro maggiore fisicità ed atletismo.

Inizio buono nel primo quarto: Lollo (sempre abituato a contenere palleggiatori veloci) ovviamente fatica a stare in anticipo sul lungone avversario, ma chiudiamo 10 pari con 2-3 mnuti finali di qualità.

Grande fatica nel secondo quarto: i ns, migliori attaccanti sbagliano molto, soffriamo in difesa, anche e soprattutto per demeriti nostri, e così si va al riposo a -3.

Il coach è poi fortunato nei rimescolamenti di quintetti: gli accoppiamenti difensivi sembrano più calibrati, ed è così che finalmente, dopo 90″ iniziali ancora sofferti per colpa nostra, la “B.B.” di cui sopra decide di aggiungere il prefisso “Terribile” al proprio nomignolo; alziamo di almeno 2 tacche il volume della radio in difesa, attacchiamo con maggiore convinzione e velocità, raggiungendo e sopravanzando nel punteggio gli avversari.

Partita comunque tirata (con vantaggio massimo raggiunto verso la fine) che premia le attitudini dei ragazzi, la costanza realizzativa nei 4 minitempi, le fortunate scelte del coach e soprattutto l’aver mandato a referto 10 ragazzi su 12 (compreso l’esordio in tabellino di Sofia, Mattia e Ale E., stra-meritevoli per l’impegno sempre profuso in allenamento). Let’s go Osa
(AF)

ValorOSA

Armani JP – Social Osa
89 – 12

Sabato scorso commentavamo, a proposito di Sanga Tigers:
“……..Sono anche e soprattutto partite come queste che giustificano la nostra scelta di disputare il campionato più duro e difficile.
Gli avversari giocano a ritmo altissimo, con velocità di base superiore e tecnica raffinatissima: così la palla resta sempre in vorticoso movimento, costringendoci ad un inseguimento continuo…….”

Beh, possiamo ripetere gli stessi concetti, ma anche aggiungere che quel Sanga Tigers ne ha presi 40 di scarto, dai questi marziani che giocano ad Assago….!

Premesso questo, Armani 2007 (attenzione!!! 2007, cioè pari età !!!) ci “risparmia” Lonati (uno dei migliori prospetti di annata a livello nazionale), ma l’epidemia influenzale ci “toglie” 3 ragazzi che per caratteristiche fisiche ed attitudinali avrebbero cambiato e non poco il nostro impatto (Lollo, Vendra e Pel di Carota), soprattutto a livello difensivo e nelle ripartenze.

1.o quarto 17/2
Il talento di Youssef segna 11 dei 17 totali; noi affidiamo il non facile compito di portare su palla a Giorgio e Vic, che, dopo paure iniziali, piano piano si sbloccano e sfruttano (soprattutto il primo) ball-handling e gioco 1c1; Giovanni tenta di limitare i danni a rimbalzo, e pure segna il canestro della bandiera

2.o quarto 24/2
Stavolta é Sisar, aiutato da Nik, a doversi prendere molte responsabilità; anche lui esitante all’inizio, dopo proverbiale sgridata del coach finalmente prende coraggio e si scioglie, permettendo ai compagni di provare qualche tiro; é Nik a segnare, con qualche sfortunato tentativo anche di Pippo; dall’altra parte é il lunghissimo ed atleticissimo Garavaglia a fare 13 dei 24, prima di scavigliarsi verso il 6.o minuto

3.o quarto 32/3
Sarebbe quasi il miglior quarto fino a metà tempo, per intensità difensiva (loro non ancora a 50 totali) senonche’ sbrachiamo rovinosamente appena prima del 20′ minuto totale, “consegnando” la seconda metà ad Armani, che peraltro distribuisce meglio le segnature, dividendole almeno su 3 ragazzi (ma Youssef ne sigla altri 11 per un totale di 22 personali)

4.o quarto 16/5
Tanto zucchero in finale di partita: i ragazzi finalmente comprendono la consegna suggerita fin dall’inizio, cioè quella del “non fargli prendere ritmo, sporcandogli il più possibile passaggi palleggi e tiri, a costo di fare fallo!!!”, andando a disputare un quarto di energia e qualità, impreziosito dalle lotte a rimbalzo dell’esordiente (in tutti i sensi) Leonardo e dal canestro “di rapina” a fil di sirena di Pippo….. non Inzaghi di cognome ma di fatto, visto il “fiuto” dimostrato.

Cosa aggiungere ?! BRAVI!!! Nulla da rimproverare, se non un piccolo eccesso di timori reverenziali e paure nel fare le cose che sappiamo fare, ma ancora BRAVI!!!

Let’s go Osa !!

DifficilOSA

Social Osa – Tigers Sanga 21 – 63

Sono anche e soprattutto partite come queste che giustificano la nostra scelta di disputare il campionato più duro e difficile.

Gli avversari giocano a ritmo altissimo, con velocità di base superiore e tecnica raffinatissima: così la palla resta sempre in vorticoso movimento, costringendoci ad un inseguimento continuo.
Perdipiù, per esplicita ammissione del coach avversario, schierano almeno 4 giocatori che normalmente fanno la differenza nel campionato U13 (girone Gold….).

Ma proprio per questo é più che apprezzabile la prestazione offerta dai nostri: dalla capacità di superare sempre metà campo (non scontato…!!!), fino alla tenuta, almeno nella seconda parte di partita, dello svantaggio entro i 10 punti di scarto (13-21 complessivo) dopo una prima parte in evidente difficoltà (8-42), via via fino ad alcune belle prestazioni singole, compresi un Michele in chiara crescita e la possibilità di tenere in campo per due quarti interi Massimino (si avvicina ogni giorno il momento in cui i vantaggi della sua presenza in campo – intuibili ….. – almeno pareggeranno gli altrettanto evidenti svantaggi di tecnica e coordinazione);
ebbene tutto questo, di fronte al valore assolutamente altissimo degli avversari, ha reso il pomeriggio sicuramente molto positivo.

Let’s go Osa !!

PeccatOSA

Urania – Social Osa
40 – 32 (10-5 / 9-5 / 12-12 / 9-10)

PECCATO PECCATO PECCATO

PECCATO non aver potuto affrontare la partita più importante dell’anno con la nostra miglior formazione (la vincente ha messo una serissima ipoteca sul passaggio al successivo girone Silver, alias tra l’8.a e la 16.a migliori squadre del campionato, guadagnandosi così la possibilità di una seconda parte di campionato molto dura e formativa – vero obiettivo da perseguire – ).
PECCATO aver iniziato la partita in 11, causa equivoco su orario di inizio gara.
PECCATO che il coach non sia stato pronto e capace, una volta necessariamente stravolti gli schieramenti in campo nei primi due quintetti, di trovare le giuste alchimie tecniche e fisiche tra i ragazzi disponibili.

Partita comunque bella, contro una squadra che onestamente ha meritato la vittoria, pur lasciandoci tanto amaro in bocca per essere riusciti a dimostrare il nostro valore solo dopo la pausa lunga.

Let’s go Osa !!
(AF)

CombattitOSA

Esordienti girone competitivo sabato 22.12

S.Osa-Azzurri Niguardese
32-31 (dopo 2 tempi supplementari ….!)

Partita di Natale tra le mura amiche per la 3.a di campionato……. ma mai Natale è sembrato così lontano, visto lo spirito battagliero messo in campo dalle due squadre !!

Rispetto al l’amichevole di due mesi fa, noi abbiamo Vittorio Ettore e Sofia in più ma i due Ale e (soprattutto, visto il tipo di partita) l’energia agonistica di Lollo in meno; ma è soprattutto Azzurri a schierare in più un palleggiatore biondo di alto livello e un ragazzone tutto muscoli e velocità, magari non raffinato tecnicamente, ma tremendamente efficace in tutti gli angoli del campo.

Ne nasce una partita dai toni agonistici necessariamente molto più elevati.

Nel primo quarto il ns. coach resta “in bambola”, complice l’ottima prestazione fornita dal quintetto iniziale, e non effettua il cambio da regolamento !!! 😩😩

Scusandosi con coach avversario, ne effettua necessariamente due nel 2.o quarto, e la cosa non permette ai ragazzi entrati a spizzichi e bocconi di prendere il giusto ritmo. Succede così che dopo il 10-6 iniziale si vada alla pausa lunga 16-17

La seconda parte prende subito i connotati dell’agonismo: Azzurri è chiaramente più fisica, atletica e reattiva; i nostri rispondono con le armi che possiedono, cioè un pizzico di pulizia tecnica (forse in più di loro) e i centimetri di Pippo.
Si va punto a punto per 16 minuti, con scarti minimissimi.
Azzurri è +1 a meno di un minuto, ma riusciamo a fare un anticipo difensivo e subire poi fallo: Vic realizza 1 su 2 e si va in overtime 😋

Se prima era una partita agonistica, il supplementare (3′ da regolamento MB) diventa la fiera delle difese arcigne, delle palle contese e della confusione…… e nessuno segna !!

Secondo supplementare è fotocopia del primo; l’equilibrio lo spezza Giorgino, che dalla linea della carità fa 1 su 2 a circa 40/45″ dalla sirena; da quel punto è sofferenza pura e negli ultimi 20″ i nostri, peraltro senza alcuna indicazione dalla panchina, improvvisano una “melina” di palleggi e passaggi ben spaziati in campo, denotando pure notevole senso tattico !!!!

Che dire….. Buon Natale soprattutto ai bravi e corretti ragazzi Azzurri, comprensibilmente piangenti a fine gara, ed all’amico Luca, loro ottimo e cordialissimo coach

Let’s go Osa
(AF)