ESO

TorneOSA

…. anzi, Torneone per gli Esordienti domenica 26 !!!

Invitati da Aurora Desio al “Memorial della Mamma”, scopriamo che se da una parte è una lodevole iniziativa che ricorda la mamma di un giovane giocatore desiano, scomparsa prematuramente proprio mentre il figlio più piccolo giocava in questa categoria, dall’altra parte ci aspettano impegni sulla carta improbi, essendo un quadrangolare con Aurora Desio, Pall. Cantù (non servono commenti per nessuna delle 2) e Basket Agrate (ottima e fisicata formazione che ha appena stravinto il girone competitivo Silver).

Mattina:
Aurora Desio – S.Osa
40 – 27
…….. sarà che in spirito amichevole giocano tutti; sarà che a loro ne mancano 2/3 molto buoni; …….. ma sarà anche che un po’ siamo migliorati noi e i 2 ragazzini nuovi che proviamo (Bruno ed Enea) si dimostrano assolutamente all’altezza…….
Beh siamo arrivati ad inizio ultimo quarto sotto di 7, “costringendo” coach Cogliati a diminuire le rotazioni negli ultimi 8 minuti !!!
Bravi ragazzi

Pomeriggio:
Pall.Cantù – S.Osa
39-37 d.t.s. (😭)
…… anche qui, ci si stropiccia gli occhi per 24 minuti, iniziando ultimo quarto addirittura sopra di 12 punti !!!
Poi i canturini, obiettivamente non uno dei loro gruppi più performanti (avevano preso 40 punti di scarto in mattinata da Agrate) decidono di onorare la maglia prestigiosa che indossano, e, complice un improvviso “temporale” riversato sulle polveri dei nostri attaccanti, subiamo un parziale di 15-3 che ci costringe all’overtime, con evidente inerzia completamente girata a ns. sfavore; perdiamo comunque onorevolmente 7-5 il supplementare, prima di versare sotto forma di lacrime lo stesso temporale di pochi minuti prima 😭😭😭

Bilancio comunque eccezionale !
Grande esperienza tecnica, notevole organizzazione (con pranzo tutti insieme all’aperto), medaglie e premiazioni per tutti, e soprattutto centinaia di foto bellissime consultabili sulla pagina facebook

https://www.facebook.com/Memorial-della-Mamma-424798064735242/

Let’s go Osa!!

(AF)

ConfermOSA

Forti & Liberi Monza – S.Osa 31-43
(10-10/4-17/5-10/12-6)

Dopo solo 7 gg dalla partita di andata, restituiamo visita ai monzesi, giocando una partita discreta (e molto simile nell’andamento), soprattutto nei primi 3 quarti.
Soffriamo solo un po’ all’inizio e negli ultimi minuti, quando sopra di oltre 20 punti ci rilassiamo eccessivamente concedendo comodi canestri agli avversari.

Si conclude così il nostro torneo Eso competitivo, con un secondo posto nel girone Bronze che fa molto ben sperare per l’anno prossimo.

Ma gli impegni non sono finiti ! Già solo poche ore dopo, domenica 26, siamo stati protagonisti al “Memorial della Mamma di Desio”, in cui, pur con lo spirito amichevole suggerito anche dal nome, abbiamo giocato a viso aperto contro squadre molto blasonate. Se ne racconta in cronaca a parte

Let’s go Osa !
(AF)

CresciOSA

Social Osa – Forti & Liberi Monza
63 – 39
(10-8/20-7/15-15/18-9)

Ad eccezione di Lollo (“ceduto” agli U13 protagonisti del torneo al centro Shuster – di cui si preferisce non parlare non tanto per i risultati un pochino deludenti, quanto per i fatti di cronaca annessi e connessi, per i quali si rimanda alla nota scritta dal Presidente), ci si presenta alla partita con una delle formazioni migliori schierabili.

Non sono tanto i protagonisti diversi dei quintetti/sestetti (peraltro modificati da coach Alberto tra prima e seconda fase) a determinare l’andamento diverso dei parziali, quanto invece la somma di “pause nostre + pause avversarie”, in una partita dove comunque i nostri hanno cercato, e spesso trovato, il modo di tenere alto il ritmo del gioco, come chiesto fin dagli allenamenti dell’ultimo periodo, con una chiara, ancorché non ancora ottimale, crescita della capacità di fare tutto “un po’ più veloce”.

Ieri, o anzi perlomeno ieri, è comunque apparsa netta la differenza tra le due squadre.
Tra 6 giorni partita di ritorno in Brianza e vedremo di riuscire a confermare le impressioni di ieri.

Let’s go Osa !
(AF)

PalpitantOSA

Sabato: Gamma basket Segrate – Social Osa 46 – 44
Domenica: Miniolimpia Armani 2008 – Social Osa 46 – 34

Week end molto intenso per gli Esordienti, a cui i cambiamenti di calendario per i recenti “Ponti” regalano in meno di 24 ore due trasferte big, contro 3.a e 1.a in classifica.
Il fatto che recentemente Gamma sia riuscita a battere a Segrate i piccoli fenomeni di Assago ci offre ancora la possibilità, almeno teorica, di giocare per il primato del girone (1 sconfitta Armani, 2 noi, 4 Segrate).

Partiamo da sabato: avvio purtroppo non all’altezza, con poca intensità difensiva e troppa timidezza offensiva; il primo quarto scava un solco di ben 7 punti; le cose vanno un pochino meglio nel secondo tempino ma andare alla pausa lunga avendo subito ben 26 punti (a 19) non è un buon segnale.
Si va a corrente alternata ancora nel terzo quarto (pagando molto, è giusto dirlo, le pesanti assenze di giornata dei ragazzi impegnati nei giochi scolastici) e così ci si guarda negli occhi all’ultima mini pausa sotto di ben 12 punti; a quel punto l’inversione chimica dei quintetti, azzardata dal coach, sembra pagare buoni dividendi…… e Pippo diventa pure ancora più dominante di quanto già lo fosse stato prima: ci si ritrova così a 120″ dalla fine sul +1 !! Si va poi pari per più di un minuto, ed è solo una sanguinosa palla persa a 15″ dalla fine, convertita in comodo contropiede, a dare a Segrate la vittoria, peraltro meritata.

Domenica: oggi invece paghiamo fin dal risveglio mattutino la febbre di Pippo 😩(che poche ore prima era stato abbondantemente tachipirinizzato)……
Si soffre l’aggressività (e paradossalmente la maggiore fisicità dei 2008 Armani ……😳) nel primo quarto, nel quale pecchiamo anche di imprecisione al tiro; poi disputiamo 12′ di fila, tra secondo tempino ed inizio terzo, da leccarsi i baffi, scavallando la metà del terzo tempino sul +4!!! 😎; ma è qui, tra il 5′ ed il 6′ minuto, che viene fuori tutta la cattiveria agonistica dei rossi di Assago, che non aspettavano altro che un nostro piccolo calo di energia per contro-segnare (con anche qualche discutibile contributo esterno…… su cui sorvoliamo) un parzialone che li porta anche sul +14 a metà dell’ultimo quarto.
Buona ancora la chiusura, che però non toglie quella sensazione un po’ di rimpianto che hanno tutti a fine partita.

Netta è la voglia di vedere il bicchiere mezzo pieno: in entrambe le partite si è vista una squadra capace di reagire alle proprie debolezze, capace di giocare almeno a sprazzi una buona pallacanestro e di lottare insieme.

Let’s go Osa !
AF

DistrattOSA

Social Osa – Nuova Pall. Adda 36 – 38
(11-10/7-10/10-6/8-12)

24 ore dopo la bella e rotonda vittoria dei ns. U14 nei sedicesimi di tabellone playoff, sempre contro i giovani pari età di Cassano d’Adda, tocca ai piccoli 2007 affrontare i “fluviali” diavoletti, che già all’andata si dimostrarono veloci, reattivi e tecnicamente pregevoli in almeno metà dei 12 a referto, combattendo fino alla fine in una partita da loro persa di appena 3 punti.

Come all’andata, la partita vive di ministrappi da ambo le parti, con ritmi alti e percentuali al tiro non eccellenti.

Purtroppo i nostri appaiono stavolta semplicemente NON pronti: la sensazione in chi scrive è stata quella di quando si abbassa il volume della radio di almeno una tacca……da parte di tutti; e sicuramente la pausa lunga (troppo), nella quale i rossi di Cassano hanno continuato a giocare almeno in Ajcup, oltre che in campionato sabato scorso, ha contribuito non poco ad abbassare il “tono” agonistico de nostri ragazzi.

Il risultato è costantemente quello di perdere tutte le palle vaganti e concedere decine e decine di rimbalzi di attacco, e così è difficile per tutti stare in partita.

Peccato: si presenta però subito l’occasione di rifarci giocando due partite nel prossimo weekend, contro squadre molto attrezzate come Segrate e Olimpia 2008.

Let’s go Osa !
(AF)

C’era una volta…

C’era una volta

Molte delle storie più belle iniziano così. Ma questa è una storia speciale … è la storia di tanti bambini diventati ragazzi con la maglia della OSA addosso.

È la lettera di un papà al proprio figlio. Racconta di quel giorno in cui lo ha accompagnato al primo allenamento della sua vita.

Inizia così…

“Me lo ricordo bene: era ottobre, pioveva.

La maestra dell’asilo ci disse che nella palestra della scuola stavano per iniziare i corsi di pattinaggio e minibasket.

Quando ti ho visto contro il muro, con quel bernoccolo in fronte ho capito che avresti scelto di tirare a canestro.

Ti ricordi quanto ci abbiamo messo a preparare la borsa per la prima partita? La mamma ha stirato la divisa come fosse la miglior camicia di papà. Abbiamo messo un asciugamano grande ed uno piccolo, le ciabatte blu di spider-man, le tue preferite. Le scarpe nuove che pulivi tutte le sere, poi la borraccia e la roba di ricambio.

Chiudendo quel primo borsone ha avuto inizio un lungo viaggio, un viaggio bellissimo. Da un semplice gioco il basket è diventato per te una ragione di vita: quattro allenamenti, le partite anche lontano da casa, abbiamo girato decine e decine di palestre. Le discussioni tra chi fosse più forte tra Kobe e Lebron, quando eri felice dopo una vittoria. I silenzi in macchina quando tornavamo a casa dopo una sconfitta. Li vedo i sacrifici che fai, lo vedo l’impegno che metti per andare bene a scuola: giochi, studi, giochi e ancora studi.

Non è stato facile farti capire che lo studio viene prima di tutto; lo so che mi hai odiato in quei momenti, ma l’ho fatto per te, per il tuo futuro. Anche oggi sono qui, ho perso il conto delle partite ormai. Amo vederti giocare, a prescindere dal risultato. Il basket ti ha dato tanto: il rapporto con gli allenatori per crescere e maturare, le amicizie con i tuoi compagni di squadra, l’emozione di sognare. Perché lo so che se chiudi gli occhi ti immagini con la maglia della Nazionale alle Olimpiadi. Ed è giusto che sia così. Ma per me le Olimpiadi sono qualsiasi momento che passerai in palestra a divertirti. Divertiti quando diventerai un campione, divertiti quando giocherai in prima divisione con gli amici, divertiti sempre. E’ la prima regola dello sport. Perché è proprio l’amore per il gioco l’unico motivo, l’unica ragione, l’unico brivido, l’unica missione che non ti fermerà davanti a nulla.

E adesso vai e spacca tutto…”

 

Storia e video di La Giornata Tipo

 

AmministrOSA

S.Osa – Virtus Cornaredo 58 – 37
(18-8 / 10-11 / 10-8 / 20/10)

Discreta partita giocata dai nostri miniatleti contro pari età di Cornaredo, sulla falsariga della partita di andata, anche se spiace aver commesso troppi errori al tiro nella parte centrale del match.

Si sono viste però alcune gradevoli ed efficaci trame offensive, tipo dai-e-vai e tagli profondi dentro l’area.

Un plauso ai nostri mini-arbitri, Ale S. e Ciccio T., che pazientemente hanno non solo ben gestito contatti ed infrazioni, ma pure sopportato i rimbrotti (a ns. modesto avviso eccessivi) di allenatore e pubblico avversari.

Avanti !

AF

DoppiettOSA

Social Osa – Junior Basket Vigevano 37 – 15
(parziali 3-2 / 12-2 / 11-1 / 11-10)

Partita altalenante quella disputata in Copernico nel secondo sabato primaverile dell’anno.
Sicuramente volitivi in difesa (tranne l’ultimo parziale), i ragazzi sono parsi però per larghi tratti confusionari e pasticcioni in attacco, con la ricerca certosina della soluzione più difficile possibile, tra le tante a disposizione (ed in particolare nel primo parziale, distintosi dagli altri pure per imprecisione al tiro). Insomma, si poteva fare meglio, molto meglio.
Da segnalare una finalmente buona prova difensiva della coppia di “Ale”, solitamente timidi ed impacciati.

domenica 31.03.2019

Nuova Pallacanestro Adda – SocialOSA 42 – 45
(parziali 7-13 / 15-11 / 6-11 / 14-10)

Tiratissima invece la partita di domenica sull’Adda.
In evidente vantaggio nei quarti dispari, sia per i cm. di Pippo sia per l’ottima difesa di Lollo su uno dei talentuosi locali; in imbarazzo nei quarti pari davanti ad una ragazzina del 2008 che sicuramente rivedremo tra qualche anno su palcoscenici ben più importanti (capace di combinare 14 punti ed una marea di palle recuperate).
Prestazione nel complesso buona, anche se certe situazioni di “lotta” e “reattività” sulle palle vaganti vedono i nostri sempre un po’ troppo timidi e timorosi del contatto fisico….

Let’s go Osa
(AF)

DolorOSA

Social Osa – MiniOlimpia Armani 2008 38 – 44
(6-15/13-12/7-10/12-7)

AHIA che male !!!!

Mai come stavolta i marziani di Assago erano apparsi avvicinabili:
vuoi per l’anno in meno;
vuoi per il fatto che, anche in prospettiva futura, non sembra quel gruppo fenomenale che invece é il loro 2007 (tant’è che nella recente finalissima del Memorial Travia avevano “pagato dazio” pesantemente contro Aurora Desio);
vuoi per lo stato di forma dei nostri;
ebbene sembrava che il miracolo potesse avvenire,
ed invece abbiamo stavolta noi pagato pesantemente un primo quarto disastroso al tiro, che ci ha poi costretti a inseguire inseguire inseguire.

Ne è nata poi una partita molto tirata sul piano nervoso, con elastici continui negli scarti (ogni qualvolta tornavamo in singola cifra di svantaggio ci ricacciavano indietro con pregevoli 1c1), nella quale i nostri ragazzi, pur eccessivamente emozionati per il blasone della Maglia biancorossa che avevano davanti, sono stati bravissimi a non mollare mai, arrivando addirittura a -6 negli ultimi 2/3 minuti, senza però, anche per stanchezza nostra e obiettive capacità tecniche dei nostri miniavversari, riuscire a dare la zampata finale.

Bene così: ci si prepara per la partita di ritorno !!

Let’s go Osa !!
(AF)

Buona gara

Virtus Cornaredo – Social Osa 27 – 53
(8-12/10-15/4-17/5-9)

Partita ben giocata oggi dai nostri mini-atleti impegnati a Pregnana Milanese.

Primo quarto con quintetto “tecnico”, che fa valere destrezza in attacco e prontezza in difesa; peccato gli innumerevoli errori in appoggio da sotto 1c0 (novità ?? per niente !!).

Secondo quarto che si apre con un tiro libero del nostro capitano, a cui lui stesso fa seguire 2 comodi passaggi…….. agli avversari !! dalla rimessa da fondo; morale i locali prendono fiducia e ci si ritrova in un amen sotto 13-18 (parziale 10-1 per loro). Doveroso time-out e relativa “uscita” dal medesimo da sollucchero: il trio “fisico”, ben aiutato dai compagni, comincia ad avanzare di almeno 1 passo in difesa, e in attacco combina in velocità un contro-parzialone 14-0, per il meritato +9 alla pausa lunga.

Terzo quarto da “game-set-match”: i nostri cambiano ritmo su entrambi i lati del campo ed effettivamente fanno vedere buon basket, pur continuando a sbagliare i tiri più facili.

Ultimo quarto con il ns. lungo Pippo, dichiaratosi ancora esausto per il contro-parzialone precedente (…..), praticamente tenuto seduto almeno 5 degli 8′, e comunque vittoria anche in questo tempino.

Finisce con 53 punti segnati, e la sensazione di averne lasciati per strada (sul ferro, sul tabellone non usato, etc etc) anche oggi una buona ventina.

Let’s go Osa !
AF