News

Benaugur…Osa!!!

Tumminelli – Osa: 36-55
Magari non bellissima, magari non scintillante, magari con le polveri ancora un pochino umide, ma l’Osa vista sabato sul mitico parquet del Forza e Coraggio è comunque riuscita a portare a casa il referto rosa al debutto in un girone Top che si preannuncia ostico e combattuto, come potrebbe essere altrimenti d’altronde?
In un tardo pomeriggio che parrebbe di luglio invece che d’ottobre, i ragazzi battezzano con una preziosissima vittoria le nuove ed elegantissime divise da gioco. Inizio contratto da entrambe le parti, d’altro canto il peso della posta in palio, sopratutto in un gironcino che non prevede partite di “ritorno”, è ben chiaro a tutti. Sugli spalti, gremiti in ogni ordine di posti, l’emozione per la “prima” si mescola con la tensione per il risultato. In campo infatti è battaglia. Difese che fin da subito prevalgono sugli attacchi (a dirla tutta i nostri sparacchiano anche un pochino a salve…). Il tabellone
che si muove tipo bradipo artritico non toglie però nulla ad una sfida che si mantiene equilibrata e quantomai avvincente, almeno dal punto di vista dell’incertezza e dell’equilibrio.
Come spesso accade in questi casi, un rimbalzo, una palla che brucia la retina dopo una “persa” avversaria o semplicemente un passaggio sbagliato, possono bastare a far pendere l’asticella da una parte o dall’altra: e così accade quando mancano pochi spiccioli alla sirena di metà gara. Break fulmineo dei Rossini-boys, e Osa che piazza un 9 a 0 che consente ai nostri di chiudere i primi due quarti sul 29-20, che, alla luce d’un punteggio ai limiti del calcistico, potrebbe pure rivelarsi tanta roba!
Dopo l’intervallo, infatti, sono proprio i nostri a cominciare meglio, basta un poco più di lucidità là davanti e l’arancia prende finalmente ad “entrare” con maggior costanza. Sia chiaro, non che di colpo i nostri si siano trasformati tutti in Steph Curry, ma forse, assorbita la normale emozione del debutto, qualche granellino magligno s’è sfilato da ingranaggi che ora paiono molto più oliati di prima. Mai però alzare le braccia prima della linea del traguardo, sopratutto se di fronte hai avversari del calibro d’un Tumminelli che definire mai domo sarebbe riduttivo! Nemmeno il tempo infatti, raggiunta e superata la doppia cifra di vantaggio, di permettere all’ugola stremata di riprendersi un attimo, che quelli in blu piazzano un parziale letale che li riporta a sole sette lunghezze. Manco a dirlo, porca vacca…si riparte da zero!
E qui va citato con una menzione speciale il taumaturgico e benedetto timeout che con tempismo degno d’uno stratega, Coach Rossini chiama a bloccare l’emoraggia di punti che pare averci colpito.
Ed in effetti mai scelta fu più azzeccata. L’Osa band rientra con un piglio del tutto diverso e, complici tre cesti di fila, riporta il divario ad altitudini più tranquille. Va anche detto che il divario finale, 55 a 36 Osa, è frutto sopratutto dei minuti di garbage-time finale e non rispecchia pienamente il reale andamento d’un match che è stato ben più combattuto di quanto non dica il punteggio!
Complimenti quindi ai nostri ragazzi che, seppur (ed è del tutto logico a questo punto della stagione….) con ancora tante cose da migliorare, sono riusciti ad iniziare con il piede giusto una stagione che si presenta quantomai impegnativa e quindi pure quantomai stimolante!
Un abbraccio a tutti e…per la prima volta quest’anno…FORZA OSA!!!
(BV)

U14 Gialli: partenza sprint!

Buona la prima per i nostri U14 Gialli, che, esclusi dal girone Top, si ritrovano a disputare una serie di partite apparentemente facili, ma non scontate in partenza.

La prima è però una partita semplice, forse anche troppo. L’ottimo avvio infatti, produce parecchie palle rubate che denotano subito la differenza tecnica fra le due compagini. Dopo pochi minuti è già game over ed il punteggio del primo quarto recita 28-6. Seconda frazione ancor più complicata per la formazione dei Tigers Milano Nero ed il primo tempo di chiude con il parziale di 66-8.

Nella terza frazione prevalgono gli attacchi sulle difese ed anche i ragazzi in maglia nera riescono a fare qualche canestro in più, anche per via di qualche distrazione dei nostri. Dopo l’ultima mini-pausa (93-20), quando l’intensità mentale potrebbe calare i nostri ragazzi rimangono concentrati, ed è senza dubbio questo il punto positivo di questa gara.

Dispiace vedere qualche ragazzo ospite in lacrime, dopo che il punteggio finale mostra oltre 100 punti di scarto fra le due squadre (135-29). Del resto abbiamo ritenuto davvero inopportuno e irrispettoso smettere di giocare la nostra pallacanestro prima del suono dell’ultima sirena.

Pensiamo già alla prossima gara cercando di avere lo stesso approccio della prima, ma sapendo che non sarà altrettanto facile. L’obiettivo rimane quello di centrare il primo posto nel girone e dimostrare che la nostra pallacanestro è da TOP pur non potendo disputare le partite di quel girone.
Let’s go Osa !!!
(AC)

Energia dalla difesa: buona la prima

Social OSA-CBC Corbetta 88-57
Parziali: 24-19 , 20-10, 18-15, 26-13
Inizia bene per Social OSA il girone TOP 2 Milano del campionato FIP. Oggi debuttavano anche le nuove, sgargianti canotte: per l’occasione canotta gialla e calzoncini rossi, ma è stato un disguido (di norma la divisa sarà gialla-gialla o rossa-rossa).
Di fronte, ospiti al PalaMurat (con nuovo fondo blu pure lui), i ragazzi di Corbetta. Li ricordiamo ancora dall’Under 13 di due anni fa; apparivano fortissimi e molto più avanti; forti lo sono ancora, ma il gruppo Social OSA è cresciuto parecchio nel frattempo.
Primo quarto equilibrato. Alti ritmi, con pressione difensiva su entrambi i fronti, palle intercettate e rubate, molta grinta. Social OSA soffre le guardie e gli esterni di Corbetta, che trattano il pallone, lo fanno girare e tirano assai bene. Si va punto a punto, con vantaggio alternato, fino agli ultimi minuti del quarto, quando con una serie di efficaci pressioni a tutto campo i nostri rubano palla procurandosi un mini-break: avanti di 5.
I ragazzi guidati dai coach Guido Rossini e Massimo Maschio si registrano in difesa nel secondo quarto; la pressione OSA aumenta, e così il divario. Si va all’intervallo con un buon +15, ma nella prima metà del terzo quarto gli OSA-boys hanno un momento di appannamento e confusione, che fa perdere loro palloni e permette ai Rossi di CBC di farsi sotto a -7. Fortunatamente i nostri si riprendono e allungano di nuovo: il +18 di fine terzo quarto mette a sicuro il risultato.
Nel quarto conclusivo aumentano le rotazioni, i ragazzi continuano a giocare un buon basket senza risparmiarsi, ma Corbetta si è un po’ sfilacciata e subisce un altro allungo OSA.
Di nuovo, la grande energia difensiva è parsa il motore che ha dato il ritmo giusto alla squadra di casa. I Social U15 hanno offerto momenti di bel basket, con buona circolazione di palla in attacco e i realizzatori di riferimento in ottima serata. C’è da migliorare: sui passaggi, sugli aiuti, sui tiri liberi. Qualche errore da sotto ci sta, visti i ritmi alti. Nel complesso, buone percentuali di Social OSA.
Settimana prossima ci aspettano, a casa loro, i rivali storici di Ardor Bollate (che è sempre un piacere ritrovare e vedere). Forza OSA, e sotto con gli allenamenti per fare ancora meglio.
MC

U13: Prima di campionato

Centro Shuster – S. Osa 22 – 23

I nostri ragazzi iniziano il campionato facendo visita in via Feltre a nero-verde locali.
Partita dominata, da una parte, dalla nostra buona attitudine difensiva (che è il primo cambiamento che sta proponendo il nuovo coach in questa fase iniziale dell’anno), e dall’altra dalla maggiore fisicità dei padroni di casa; questi due aspetti, sommati a esecuzioni di tiro perlomeno “da rivedere”…. determinano come risultato un punteggio più rugbystico che cestistico, ma per ora va benone così ….!
S.Osa parte bene, resta davanti 40′, anche in alcuni momenti in doppia cifra, poi subisce il prepotente ritorno di C.Shuster, mantenendo alla fine il minimo scarto grazie anche al “tesoretto” maturato nei primi periodi della partita.
Buonissimo, per capacità tecniche e attenzione, il contributo dei 3 Esordienti (Lollo, Gió e Pietro) schierati tra i 12.
L’obiettivo, per nulla semplice, resta l’accesso al girone Silver 2019, per raggiungere il quale dovremo lasciarci dietro in classifica almeno altre 3 squadre.
Non resta che perseverare in allenamento con massima energia !!
Let’s go Osa !!!
(AF)

PROMO: Inizio campionato

La stagione 2018-2019 vede ai nastri di partenza una seconda squadra senior per permettere ai ragazzi del settore giovanile di mettersi alla prova e affrontare nuovi stimoli.
Accolta la richiesta di partecipare al campionato di promozione con una Wild Card Under a fine agosto è cominciata la preparazione per i nostri atleti.
Il mese di settembre è stato impegnativo, ricco di amichevoli e allenamenti che hanno fin da subito messo in luce la necessità di lavorare intensamente per colmare il gap di esperienza e malizia con le altre squadre del nostro girone.

L’avventura è cominciata lunedì 1 ottobre sul difficilissimo campo di Tumminelli. La sfida non era delle più semplici per qualità del roster avversario ma la faccia tosta e la vivacità di gioco nei primi 2 quarti lasciava ben sperare (14-25 a metà del secondo quarto). Sui 40 minuti la squadra casalinga ha poi rimontato e allungato chiudendo con un risultato anche fin troppo penalizzante per quanto i nostri ragazzi hanno espresso. Sicuramente un bel bagaglio di esperienza che faremo fruttare in futuro.

TUMMINELLI – SOCIAL OSA
70-41 (14-19, 16-8, 21-10, 19-4)

Tabellini: ‪Rosa, Fiorani 3, Ghiotto, Vismara 2, Galli 15, Riggi 7, Ghiandoni 2, Bombonati 11, Tava, Favero 1, Bauyon, Di Clemente. Allenatore: Rossi, Assistente: Longoni, Dirigente: Airoldi

La seconda giornata ci vede finalmente esordire tra le mura amiche. Ospitiamo Osber che arriva da noi dopo una bella vittoria al suo esordio.
I nostri ragazzi però sono determinati a fare risultato e a mettere sul campo il lavoro svolto in settimana. Avvio contratto con le 2 formazioni che si studiano senza che nessuno riesca a prendere il sopravvento, all’intervallo abbiamo un punto da recuperare. Il rientro dagli spogliatoi descrive un’altra partita coi ragazzi in maglia rossa letali in contropiede e arcigni in difesa. Da qui un allungo costante con Luca Riggi a guidare la carica ben coadiuvato da Riccardo Della Monica al suo rientro in campo dopo un anno, accolto con l’applauso di tutta la murat. Il nostro pubblico ha dato il suo “bentornato” e ha esaltato il significato della parola “squadra”, noi lo abbiamo ricompensato col primo referto rosa che ci darò morale e benzina per preparare la prossima sfida contro Vismara.

let’s go Osa!

SOCIAL OSA – OSBER
58-39 (12-13, 11-11, 20-6, 15-9)

Tabellini: ‪Rosa, Fiorani 3, Rocco, Della Monica 7, Galli 4, Riggi 24, Ghiandoni, Bombonati 10, Tava 2, Favero, Bauyon 6, Di Clemente 2. Allenatore: Rossi, Assistenti: Maifredi e Airoldi, Dirigente: Tava

(LR)

Chi ben comincia….

Ardor – OSA 34-48
Partono bene i ragazzi della nostra U18 Gialla con una vittoria in trasferta sul campo dell’Ardor Bollate.
Questo sara’ un campionato molto difficile per loro e sicuramente incominciare con il piede giusto aiuta e da’ morale.
La partita in verita’ e’ stata bruttina, con molti errori da ambo i lati del campo.
La prima parte della gara si e’ giocata a ritmi bassi con le difese chiuse a protezione del ferro.
Limitate le penetrazioni tutte e due le squadre si sono affidate al tiro perimetrale con percentuali pero’ molto basse.
Socialosa chiude primo e secondo periodo avanti di circa 7 punti.
Dopo l’intervallo lungo Bollate cerca di rientrare in partita, il ritmo della gara si alza notevolmente e l’Ardor si rifa’ sotto sino al meno 3.
Osa a questo punto stringe le maglie difensive e fa quadrato, riportandosi sul +10, per poi controllare il match fino alla fine.

Anche se il bel gioco ha latitato ci sono state diverse note positive.

Carlo, uno dei nostri nuovi acquisti, si e’ inserito molto bene sia nel gioco che nel gruppo e Francesco ha ripagato la fiducia e i minuti ricevuti dal coach con una buona prestazione personale.

Bravi tutti!!!
Let’sgOsa