News

Partita difficoltOSA

Armani JP – Social Osa 114 – 28

Era difficile, molto difficile, e si sapeva.

Il gruppo 2007 AJP è veramente fenomenale, forse uno dei loro migliori degli ultimi anni.
Alle solite e ben note intensità e fisicità, questi hanno aggiunto (perlomeno stamattina……) percentuali al tiro da fuori da far rabbrividire anche squadre con qualche anno in più.

I nostri, oggi con qualche pari età 2007 in più del solito per aumentare le capacità di superare metà campo (…….🤷‍♂️🤷‍♂️…….), hanno sofferto subito tantissimo (38-5 prima sirena), poi hanno limitato i danni alla pausa lunga (parziale 26-6) e poi pian piano presa qualche misura in più, chiudendo pure un ultimo ottimo tempino perso “solo” 27-13.

Nulla da dire, se non BRAVI ai ragazzi, soprattutto se saranno capaci di fare tesoro di questa partita
(AF)

Inizio difficile

S.Osab – Mi3 21 – 61
(4-19 / 4-6 / 13-20 / 0-16)

Inizio di campionato molto difficile quello dei nostri 2007, che esordiscono in Copernico contro Milano3;

La squadra avversaria appare decisamente più pronta ed avanti nella preparazione; non bastasse, schiera pure un piccolo fenomeno (maglia n. 2, G.Greco), che nei quarti dispari combina, in neanche 14′ giocati, la bellezza di 23 punti (sui 39 totali segnati in quelle frazioni dai ragazzi di Basiglio);

i nostri peraltro ci mettono del loro, entrando in campo distratti e svagati ed arrivando regolarmente mezzo secondo dopo su ogni rimbalzo e in ogni situazione “di energia e prontezza”;

Qualche buono sprazzo nel 2 periodo (giocato alla pari….. senza il loro fenomeno) e soprattutto nel terzo quarto, quando riescono a limitare i danni; ma crollano completamente nell’ultimo tempino, quando anche senza il n.2 in campo i bravi avversari imperversano indisturbati in ogni angolo del campo.

Si fa tesoro della sconfitta e si ritorna subito in palestra !

Let’s go Osa !!
(AF)

Osa corsara in via Rossetti

Leone 65 – Osa 67

Partita al cardiopalma quella disputata ieri sera a Milano nella palestra di via Rossetti.

Osa parte bene e nel primo periodo si porta avanti di 2 lunghezze, ma i ragazzi del Leone giocano un basket tosto e rimangono sempre incollati al risultato.
Anche nel secondo quarto e’ sempre Osa che detta il ritmo del gioco e con alcune belle azioni sul finale riesce a ritagliarsi un piccolo tesoretto di 7 punti.

All’intervallo il tabellone segna Leone 30 Osa 37.

Nel terzo periodo si assiste ad una inversione di tendenza, il quintetto Osa con 3 piccoli subisce la supremazia fisica dei bianchi di casa, che prima pareggiano, e poi si portano avanti di 3 punti.
Il coach corre ai ripari e ributta nella mischia un paio di “corazzieri”.
Adesso si lotta ad armi pari, la partita e’ vibrante, si assiste ad un continuo testa a testa che culmina con il 60 pari alla fine del quarto periodo.

OVERTIME

Anche nel supplementare la musica non cambia, la palla comincia a scottare nelle mani dei ragazzi in campo, ogni tentativo di Socialosa per strappare viene prontamente recuperato dal Leone.
A 20 secondi dalla fine la situazione e’ ancora in perfetta parita’ 65 – 65.
Palla in mano a Socialosa con rimessa nella meta’ campo avversaria.
Forghi rimette la palla a Diio che va in punta, dopo qualche palleggio la passa a Nacho nel centro del pitturato, finta di tiro e passaggio perfetto per il taglio di Forghi che realizza di tabella, +2 OSA.

La panchina del Leone chiama immediatamente timeout, ma alla sirena finale mancano solo 1.9 secondi.
Troppo pochi per organizzare un buon tiro.
Osa vince una bella partita, intensa, giocata ad alto ritmo.
Bravi ragazzi continuate cosi’ e come sempre….

Let’sgOsa
(AD)

Tre su tre… chi ben comincia in UISP

Tre gare nella settimana e tre referti rosa per il gruppo 2004 (con qualche innesto 2003) degli OSA Boys impegnati nel campionato UISP Under 15.

Nell’ultima settimana i nostri ragazzi hanno affrontato nell’ordine: Cormano (38-53), Trezzano (61-39) e Sant’Andrea B (97-25) portando a casa tre vittorie. In tutte le gare si è intravista un’idea di gioco che si deve ancora amalgamare e definire. Attenti nella parte difensiva, da registrare l’affiatamento nella parte offensiva. In alcune occasioni il gioco corale lascia troppo spazio alle individualità. Nell’ultima gara registriamo il rientro di Montalbetti nel gruppo dopo l’infortunio. Ben tornato Filippo!

Queste tre vittorie, che portano gli OSA Boys al primo posto e a punteggio pieno nel campionato UISP di categoria, danno anche fiducia nel lavoro e nelle capacità di un gruppo che sta lentamente crescendo sotto il profilo del carattere e della voglia.

Prossima gara, dopo un turno di riposo, il 25 novembre in casa del Ciesse. Ben due settimane per affinare l’intesa con il lavoro in palestra.

Sempre forza OSA.

(CS)

Punti importanti a Cusano

CSC Cusano vs Socialosa 56- 61

Nella quinta giornata del girone Top 3, Cusano ospita i nostri ragazzi per una gara che, sulla carta, ci vede favoriti per i valori espressi finora. In realtà i giovani di Cusano si battono come leoni fino agli ultimi due minuti di gioco e ci fanno sudare due punti molto importanti per la classifica.

Iniziamo con Porcelli che recupera il pallone sul salto a due e va (quasi) a schiacciare nel canestro avversario, seguito da un gioco a due ben eseguito e concluso da Riggi. La partita sembra mettersi sotto buoni auspici, però non riusciamo a decollare: la nostra zona press a tutto campo viene bucata facilmente per ben due volte di fila da Cusano e anche nel gioco a metà campo concediamo innumerevoli extra-possessi ai ragazzi di coach Meszeli. Il primo quarto si chiude quindi 20-18 per Cusano, con Sabiucciu che realizza ben 7 punti.

Anche nel secondo quarto partiamo bene, con un semigancio mancino di Bandinelli e un canestro più tiro libero di Bombonati in 40 secondi. Cusano però non perde il contatto, con la sua difesa che si stringe sui nostri lunghi. 36-39 il punteggio all’intervallo.

Al rientro in campo sembriamo contratti e la nostra circolazione di palla è poco efficace. Nonostante i numerosi errori, Cusano raggiunge il pareggio a 43 punti e addirittura va in vantaggio con una tripla allo scadere (47-45 il punteggio).

Ancora una volta la ripartenza è favorevole ai nostri, con un canestro + tiro libero inventato da Bombonati e una palla persa per infrazione di 24 secondi da parte di Cusano. Si rimane comunque punto a punto fino al settimo minuto, con ancora un invenzione del solito Bombonati (di nuovo 2 punti + tiro libero realizzato) che ci portano avanti di 5. Altri due palloni recuperati e partita praticamente chiusa a due minuti dallo scadere, con il punteggio finale di 56 a 61. Onore a Cusano che non ha mai mollato ma anzi è arrivata molto vicina alla vittoria.

Da parte nostra, si sono viste delle belle giocate ma in certe occasioni ci siamo intestarditi troppo nell’1c1 e soprattutto non siamo riusciti a giocare dentro-fuori tra i lunghi e gli esterni con continuità. Da segnalare negativamente le 9 palle perse e 0 su 10 da tre punti.

(SS)

GravOSA

S.Osa – Crac Bionics Buccinasco 41 – 46

Grave sconfitta quella patita domenica pomeriggio dagli U13 in casa, sconfitti dal fanalino di coda dopo una partita giocata francamente male e soprattutto senza la giusta energia e concentrazione nei momenti topici (leggi: ultimo quarto dopo 35’ giocati alla pari con scarti massimi di +/- 2/3 punti);

le molte assenze, dovute al cambio d’orario improvviso che ha scombussolato alcuni planning familiari, possono essere una giustificazione molto parziale, anche perché gli Esordienti 2007 chiamati a sostituire gli assenti sono stati probabilmente i migliori in campo in maglia rossa, quindi urge un complessivo reset di “voglia+motivazioni+energia+attenzione”, altrimenti non andiamo lontano;

classifica a questo punto pesantemente compromessa, ed accesso al girone Silver ancora possibile solo in caso di vittorie contro Basketown e Tumminelli, e contemporanei incastri matematici tutti da verificarsi, e pertanto assai difficili;

Comunque e sempre Let’s Go Osa !!
(AF)

PoderOSA

Junior Knights Legnano – Osa: 52-68
Prova di forza, quella offerta dai ragazzi di coach Rossini sabato sera a Legnano. Sullo
splendido parquet del Knights Palace, infatti, l’Osa-band è riuscita a portare a casa la quarta
perla d’una collana che si fa via via sempre più ricca, al termine d’una gara tutt’altro che
facile. Avversario di rango i Knights, ma questo si sapeva! Contro avversari fisici, abilissimi
nell’uno contro uno e dotati di tecnica sopraffina, i nostri hanno saputo tener botta anche nei
momenti più difficili d’un match che ha confermato come in questo girone non esistano
sfide scontate.
Ad illuminare l’altrimenti uggioso clima d’una cupa serata novembrina, ci pensano due
squadre che partono con il più classico dei “piedi giusti”, inanellando azioni su azioni e
ribattendo colpo su colpo ai “cesti” avversari. Si gioca a viso aperto insomma, e la prima a
confezionare un parzialino è proprio l’Osa-band. Ma mica che i cavalieri stiano lì a
guardare, un paio di veloci contropiedi, qualche rimbalzo d’attacco di troppo concesso dai
nostri, e alla fine del primo quarto siamo lì: 19-17 Osa, e match che ancora deve trovare un
padrone.
Partiamo bene dopo il timeout lungo: attacco fluido che fattura una manciata di buone
conclusioni. Ma è in difesa che si costruisce il primo break significativo: riempiamo l’area a
dovere limitando le pericolose incursioni biancorosse, il tagliafuori comincia a funzionare a
dovere regalandoci preziosi “rebounds” che trasformiamo in fulminei ribaltamenti.
Risultato: 38-24 noi all’intervallo lungo. Nulla su cui schiacciare un pisolino ovviamente,
ma comunque la riprova che, se ci si sbatte dietro, davanti piovono saporite polpettine!
Nel terzo parziale la battaglia si fa se possibile ancor più dura. I nostri avversari, come
ovvio, ce la mettono tutta per ridurre un gap che oscilla come una banderuola tra la singola e
la doppia cifra. (Mal)Digerita, sopratutto dai coaches Rossini-Maschio, qualche azione
all’insegna del “faso-tuto-mì!”, i pollastri in canotta rossa si ricordano che solo giocando
assieme si può sperare di portare a casa l’importante posta in palio. 54-42 nostro, e ci manca
un ultimo quarto al calor bianco.
Da dire, ad onor del vero, che i nostri ragazzi (ma a loro non diteglielo…che poi si montano
la zucca…) paiono aver ormai acquisito (thank you Coach!!!) una discreta maturità, che ci
consente d’affrontare i momenti più delicati dei match con la dovuta intensità e
concentrazione. Fatto sta che, nonostante gli encomiabili e coraggiosi sforzi profusi da dei
Knights mai domi, riusciamo a mantenere un margine di sicurezza che finirà addirittura per
ampliarsi verso la fine dell’incontro.
68-52, ci sorride il tabellone alla sirena finale!
Complimenti ai nostri che conducono in porto una vittoria su un campo tutt’altro che facile,
contro un’avversaria ostica e di livello, ma con la consapevolezza che il cammino è ancora
lungo e che c’è tanto da lavorare!
Un grosso abbraccio a tutti e…FORZA OSA!!!
(BV)

Vittoria ad Arese in UISP

Sport Arese-Osa 56-66

Buhaj 10, Punturieri 3, Tribocco 8, Cisaria 8, Viani 11, Zambon 19, Russo, Potenza 4, Meyer 1, Picano, Cicogna Mozzoni 2, Ragusa. All. Corvi.

Ottima gara mattutina in quel di Arese da parte dei nostri ragazzi U14, oggi in maglia gialla.

Partenza a rilento con difese migliori degli attacchi, diverse palle perse; ci si sblocca solo dopo i primi 5 minuti di gioco, quando raggiungiamo il bonus falli e regaliamo parecchi tiri liberi agli avversari, bravi a convertire; con fatica siamo avanti al suono della prima sirena 14-17. Stessa musica nel secondo quarto, il numero di falli dei nostri giocatori aumenta, ma riusciamo a tenere ritmo rimanendo in vantaggio di un punto a metà gara (28-29).

Terzo quarto caratterizzato da meno fischi, ed il vantaggio oscilla fra 1 e 5 punti. Arese è brava a rimanere lì, non mollare nonostante i nostri tentativi di fuga (44-46 al termine della terza frazione), mentre prendiamo la doppia cifra di vantaggio solo nell’ultimo periodo grazie a palloni rubati e contropiedi che nascono senz’altro da una difesa più attenta e intensa. 56-66 il punteggio finale; ci portiamo a casa, non soltanto i due punti, ma anche la consapevolezza che con maggiore attenzione difensiva possiamo essere pericolosi per diverse squadre di questo girone.

Prossima gara Sab 17/11/2018 ore 15:20 Urania-SocialOsa

(AC)

Conferma al Palalido

Urania-SocialOsa 33-79

Bega 2, Scaletti 10, Silvestri 9, Lissi 17, Magnoni 6, Paravati 5, Forghieri 3, Migliorata 9, Nolli 8, De Stefano 8, Lucà, Mariani 2, . All. Corvi-Viscardi-Cadonici.

Si torna a giocare, dopo il weekend lungo di riposo del campionato U14 FIP Milano 4, sullo storico campo del PalaLido, abbandonato dalle scarpette rosse dell’Olimpia Milano e scelto come uno dei tanti campi casalinghi dall’Urania Milano.

Ottima partenza soprattutto difensiva, quella dei nostri ragazzi che nel primo quarto concedono solamente 3 punti segnati agli avversari, mentre in attacco fatichiamo di più a trovare i giusti spazi in campo, sono 19 i segnati alla prima sirena. Secondo quarto combattuto, con Urania che tira con buone percentuali e i giallo-rossi che potrebbero fare meglio su entrambi i lati del campo: 14-15 nei secondi 10 minuti e siamo complessivamente 34-17 halftime. Dopo la pausa lunga, infatti, alziamo il nostro livello di gioco chiudendo definitivamente la partita: 2-21 il parziale con il punteggio che dice 19-58. Pur essendo game over siamo bravi a non mollare con la concentrazione nell’ultimo periodo di gioco e aumentiamo di ulteriori 10 lunghezze il divario. Finisce 33-79 e partita comunque mai in discussione, anche se probabilmente abbiamo subito troppo (segnando poco) in quel secondo quarto che non ci ha permesso di superare i 100 segnati come è accaduto nella giornata precedente.
Prossima gara SAB 18/11/2018 SocialOsa-Leone XIII
Let’s Go Osa!
(AC)

Quarta vittoria a Mantova

San Pio X Mantova-Social OSA 39-59
Parziali: 11-11, 8-17, 12-14, 8-17
La domenica dell’11 novembre 2018 trascorre con la trasferta lunga in quel di Mantova, con partita la mattina. Qualche famiglia ne approfitta per arrivare il giorno prima e farsi una gita nella capitale dei Gonzaga, tra Palazzo Ducale, la Sala degli Sposi, Palazzo Te, Piazza delle Erbe e Piazza Sordello… Gioia per gli occhi e, la sera, per i palati, con il riso “alla pilota”, i tortelli di zucca, i formaggi con la mostarda e la sbrisolona.
Ma eccoci al match! Nella tensostruttura dei mantovani l’inizio è contratto su entrambi i fronti. I nostri non sono oggi Rossini-boys, ma “solo” Maschio-boys, data la squalifica per 2 turni del primo coach. Coach Maschio sa però guidare con mano sapiente i rossi verso una buona vittoria. Perché è vero che i nostri sbagliano parecchie conclusioni, cercate soprattutto per vie interne, ma è anche vero che la nostra difesa attenta costringe San Pio a fare girare molto la palla prima di potere tentare la conclusione a canestro. Solo a volte i mantovani attaccano il ferro, preferendo la soluzione da fuori, anche da tre punti. Un buon tiro dalla distanza aiuta in effetti i nostri avversari a stare in partita. Ma minuto dopo minuto, con gioco paziente e buona intensità da parte dei Social, il divario aumenta a nostro favore. I quarti migliori, nei quali si produce il break, sono il secondo e il quarto.
Gli OSA-Boys danno l’impressione di potere fare meglio nel gioco di squadra in attacco contro la difesa schierata, con un po’ di dinamismo in più. Hanno per contro alcuni realizzatori di classe e personalità che sanno mettere a frutto il lavoro offensivo e dare un punto di riferimento certo ai compagni.
Senza fare grandi calcoli aritmetici, si può dire che Social-OSA passa al turno “top” successivo, dopo quattro vittorie su quattro partite. Dietro di noi, grande lotta per accaparrarsi gli altri posti.
Forza OSA e avanti così!
(MC)