U18Rosso

Pensieri di fine stagione…

Col campionato ai titoli di coda ci rimangono ancora 2 gare da disputare contro una arcigna vignate.
L’andata in trasferta è una partita controversa in cui implodiamo nelle nostre fragilità e lasciamo che vignate prenda il comando e mostrando solo qualche guizzo della bella pallacanestro che ci appartiene (quanti rimpianti nel vederli in campo così).

L’ultima partita in casa invece è una sinfonia di grinta, determinazione, forza di volontà. Grande pallacanestro. solo qualche sbavatura non ci permette di ribaltare il passivo dell’andata ma non ha più importanza quando esci dal campo a testa alta e hai dimostrato ciò che vali.

VIGNATE – SOCIAL OSA 44-30 (11-7, 14-16, 9-5, 10-2)

Tabellini: ‪Fanizzi 5, Terzi 3, Cassone 9, Rosa 4, Battigelli 2, Fiorani, Beatrice 2, Ghiotto 5, Signori NE. Allenatore: Rossi, Dirigente: Fiorani

SOCIAL OSA – VIGNATE 50-43 (18-7, 6-11, 11-13, 15-12)

Tabellini: ‪Fanizzi 4, Terzi, Cassone 10, Rosa 4, Battigelli, Fiorani 17, Paratore 3, Beatrice 2, Ghiotto 5, Signori 5. Allenatore: Rossi, Dirigente: Fiorani

Si conclude così, con una vittoria esaltante, una stagione controversa piena di alti e bassi, di infortuni e di fatica.
Rimane il bel lavoro fatto con chi si è messo a disposizione per il gruppo, rimane il percorso con un gruppo che per ogni “marachella” ha regalato un sorriso.
Rimane il rimpianto per un obiettivo che era alla nostra portata e che abbiamo dovuto lasciar scivolare via.
Rimane l’orgoglio di tante prestazioni di “chi non ci sta” e si butta a terra per salvare un pallone. Rimane l’abbraccio all’ultima sirena.
Rimane una squadra. In bocca al lupo a tutti i miei ragazzi!

Di cuore grazie, per le emozioni vissute. per le lavagnette lanciate, per un gruppo di genitori sempre positivi, per Emiliano, Michele e poi Fausto, Silvia e Antenore.

Laura Rossi

Ultimi incontri…

Tante sono le cose accadute dall’ultimo racconto del percorso che questa squadra sta affrontando, alcune esaltanti altre più complicate da digerire, chiaro segno che questa squadra sta ancora crescendo nell’iter di formazione del carattere e della costruzione delle proprie certezze.

Andiamo in ordine cronologico… incassato il colpo per il mancato passaggio alla fase gold giunto un paio di giorni prima dell’ultimo scontro di regular season (vittoria o sconfitta ci avrebbe comunque tenuto al quinto posto) i ragazzi, ignari della notizia, giocano intrasferta contro Pantigliate, primatista per tutta la stagione.
Quella che ne è uscita è stata una partita vibrante e seppur avessimo perso Pietro Signori dopo solo 1 minuto di gara i ragazzi hanno saputo compattarsi e ribattere colpo su colpo agli avversari.
Tecnicamente e tatticamente una buonissima prestazione condita con il brivido finale quando a 10 secondi dal termine sul -6 usciamo dal time-out e insacchiamo la tripla che ci porta a un solo possesso. recuperiamo palla dalla rimessa avversaria e tentiamo nuovamente ma la palla rimbalza a lungo sui ferri ed esce mentre suona la sirena, la storia infinita di questa stagione in cui la fortuna non ci ha mai sorriso.
Applausi per tutte e 2 le squadre dal numerosissimo pubblico e abbracci fra i ragazzi e fra le panchine, una bella pagina di sport.

PANTIGLIATE – SOCIAL OSA
57-54 (17-14, 13-13, 15-9, 12-18)

Tabellini: ‪Fanizzi 7, Terzi 20, Cassone 4, Rosa, Signori 3, Fiorani 8, Vaghi 2, Bugo 6, Beatrice, Ghiotto 4. Allenatore: Rossi, Assistente: Ventura, Dirigente: Fiorani

La quinta posizione e quindi la “testa di serie” del girone silver non è affatto un vantaggio per come si è strutturata la seconda fase. Rimaniamo fermi senza disputare partite per un mese esatto nell’attesa di conoscere la nostra avversaria, vincitrice del doppio scontro previsto dalla formula.
Gli incroci dicono che sarà Gerardiana, squadra ostica che già ci aveva battuto in campionato.
Gara 1 sul loro campo ci sarà fatale, rimaniamo in partita fino a metà dell’ultimo quarto quando la palla non entra più, il caldo asfissiante ci toglie le forze e perdiamo anche la lucidità che servirebbe per saper gestire incontri di andata e ritorno dove tutto è possibile.
Partiamo malissimo e il match sembra un incubo di quelli a cui purtroppo abbiamo già assistito. E’ l’ingresso in campo di Flavio Battigelli a suonare la carica mettendo a segno 2 triple e un canestro in 3 azioni, la partita cambia volto e lottiamo fino a una manciata di minuti dalla sirena finale dove commettiamo una serie di ingenuità che mandano la squadra di casa ripetutamente in lunetta ad ampliare il divario.

GERARDIANA – SOCIAL OSA
61-48 (16-4, 4-20, 18-11, 23-13)

Tabellini: ‪Fanizzi 12, Terzi 2, Cassone 9, Rosa 4, Battigelli 8, Fiorani 5, Paratore, Bugo 2, Beatrice, Ghiotto 6. Allenatore: Rossi, Assistente: Ventura, Dirigente: Fiorani

Ultimo treno per i nostri ragazzi in casa, in una copernico gremita di tifosi venuti nel lungo ponte a sostenerci sappiamo di dover mettere in atto la partita perfetta per ribaltare il -13 e guadagnarci l’accesso alla fase successiva. Occhi della tigre ma non basta quando davanti hai una squadra che gioca con la tranquillità di un bottino da difendere e le imprecisioni non possono essere perdonate.
Così è andata, strappiamo una vittoria con le unghie e con i denti, cominciamo la rimonta a fine terzo quarto col buzzer-beater di Flavio Battigelli che infiamma le tribune, esultiamo ma il sorriso è amaro.
Paghiamo l’immaturità agonistica e l’altalena di prestazioni di tutta la stagione.

SOCIAL OSA – GERARDIANA
58-57 (13-15, 8-12, 16-19, 21-11)

Tabellini: ‪Fanizzi 5, Terzi 13, Cassone 8, Rosa 8, Battigelli 4, Fiorani 10, Paratore 2, Bugo 4, Beatrice, Ghiotto 4. Allenatore: Rossi, Assistente: Ventura, Dirigente: Fiorani

Con un occhio che guarda già a fine stagione e consapevoli di doverci riscattare ospitiamo in casa la squadra olympic team, arrivata quinta nell’altro girone e di cui non abbiamo informazioni. Abbiamo il solo obiettivo di giocare al massimo e onorare il campo.
Avvio equilibrato dove non riusciamo a graffiare, qualche aggiustamento tattico dalla panchina e prendiamo il largo con Jacopo Vaghi che fa valere i suoi centimetri e diventa la vera minaccia nel pitturato. Grande festa del gruppo con tutti i ragazzi impiegati a segno (Matteo Rosa infortunato è entrato per onore di firma).

SOCIAL OSA – OLYMPIC TEAM
71-44 (13-13, 21-7, 18-7, 19-17)

Tabellini: ‪Fanizzi 12, Vaghi 8, Cassone 8, Rosa, Battigelli 11, Fiorani 13, Paratore 5, Bugo 2, Beatrice 4, Ghiotto 8. Allenatore: Rossi, Assistente: Ventura, Dirigente: Fiorani

Dopo 2 prestazioni di alto livello siamo subito pronti a distruggere quanto di buono fatto con una prestazione confusionaria, superficiale e priva di impegno. La qualificazione già virtualmente conquistata durante il week end ci ha reso supponenti e svogliati e questa è la cosa che più di tutto amareggia lo staff. Un passo avanti e uno indietro, finchè troveremo la nostra quadra.

OLYMPIC TEAM – SOCIAL OSA
66-50 (18-13, 16-16, 17-16, 15-5)

Tabellini: ‪Fanizzi 16, Terzi 4, Cassone 16, Battigelli 2, Fiorani 5, Paratore, Bugo, Beatrice, Ghiotto 7. Allenatore: Rossi, Assistente: Ventura, Dirigente: Fiorani

Ci rimangono ancora 2 gare, probabilmente contro Vignate, per lavorare e crescere. vi aspettiamo per salutare la squadra e per comunque applaudirli per le tante cose belle che hanno fatto in un cammino indubbiamente mai privo di difficoltà.

Let’s go Osa!
(LR)

Vittoria e sorrisi

SOCIAL OSA – TUMMINELLI 62-39
(20-14, 16-9, 17-8, 9-8)
Tabellini: ‪Vaghi 2, Beatrice, Terzi 7, Cassone 8, Paratore 13, Rosa 11, Fiorani 6, Ghiotto 9, Fanizzi 6. Allenatore: Rossi, Assistente: Ventura, Dirigente: Fiorani

Buona prestazione per i ragazzi in maglia rossa che ritrovano vittoria e sorrisi.
Attenta esecuzione delle direttive provenienti dalla panchina hanno fatto sì che si siano ridotti notevolmente i cali di concentrazione e gli errori banali, permettendoci così di scavare un piccolo solco in ogni quarto tale da consentirci di giocare l’ultimo parziale in tranquillità.
Tumminelli orgogliosa è stata un bel banco di prova e il lavoro svolto in settimana ci ha permesso di difenderci con lucidità dalla “minaccia” del loro centro nel pitturato e dall’atletismo di alcuni suoi giocatori.
Vero mattatore del match Giovanni Paratore, ex di turno, indemoniato nel recuperare palloni e estremamente preciso dalla sua mattonella. Complessivamente però un “bravi!” va detto a tutti per impegno e senso di responsabilità collettiva.
Con questo spirito andremo ad affrontare venerdì 23 marzo la capolista Pantigliate nell’attesa di sapere cosa ci attenderà per la seconda fase.

let’s go Osa!
(LR)

Classifica inchiodata

Continua il filone negativo per la formazione U18 rossa che non riesce a smuovere la classifica da ormai un mese.
Un mese difficile in cui non riusciamo a trovare continuità, nè numerica agli allenamenti, nè di qualità nelle partite. E purtroppo il tabellone finale può solo rispecchiare questa dura realtà.

Contro basketown ci presentiamo in formazione più che rimaneggiata mentre i nostri avversari schierano 5 giocatori provenienti dalle loro squadre FIP e dall’indubbio valore. Dopo i primi 10 minuti il risultato non è mai stato in discussione a favore dei padroni di casa e per questo risulta incomprensibile tanto accanimento in una partita di giovanile “amatoriale”. Possiamo solo prendere il positivo dei nostri ragazzi che sono stati in grado di onorare la parola SPORT fino alla sirena finale nonostante il pesante passivo.

A Segrate siamo solo in 8, partenza lodevole per concentrazione e applicazione anche con qualche sbavatura di troppo. Nel secondo quarto, come già accaduto ormai troppe volte, ci lasciamo rimontare e tutto torna in discussione. Seconda parte di gara in totale equilibrio e nessuna squadra riesce a prendere il sopravvento sull’altra. Segrate mette un mini-break subito pareggiato da Pietro Signori che con giocate individuali che dimostrano buona personalità ci tiene in partita.
Troppi tiri liberi sbagliati nelle battute finali e ingenuo il fallo commesso a 3 secondi dal termine, Segrate segna solo il secondo tiro libero e l’ultimo possesso è nelle nostre mani. Dalla rimessa offensiva ci muoviamo bene ma la palla gira sul ferro ed esce. Anche la dea bendata ci dice di no.

Purtroppo le prestazioni che stiamo offrendo sono legate agli allenamenti che sosteniamo a numero ridotto e il verdetto della classifica è giusto. Dobbiamo però continuare a crederci e lavorare duro, insistere e metterci tutta la volontà affinchè le cose girino e possiamo riprendere il nostro percorso.
L’appuntamento è sabato alle 18.30 per l’ultima partita casalinga di questa prima fase contro Tumminelli.

let’s go Osa!

BASKETOWN – SOCIAL OSA
80-48 (13-15, 31-10, 21-15, 15-8)

Tabellini: ‪Marcellino, Vaghi, Battigelli, Terzi 12, Cassone 2, Paratore 2, Rosa 22, Fiorani 8, Zagra, Signori 2. Allenatore: Rossi, Assistente: Ventura

GAMMA BASKET – SOCIAL OSA
48-47 (6-17, 15-7, 17-14, 10-9)

Tabellini: ‪Fanizzi 6, Terzi 13, Cassone 1, Paratore, Rosa 9, Signori 11, Fiorani 6, Vaghi 1. Allenatore: Rossi, Assistente: Ventura, Dirigente: Fiorani

U18Rossi: Doppia sconfitta

SOCIAL OSA – MELEGNANO 45-50 (10-6, 10-16, 11-12, 14-16)

Tabellini: ‪Fanizzi 4, Battigelli 1, Terzi 11, Cassone 1, Paratore, Rosa 4, Ghiotto 10, Bugo, Beatrice, Fiorani 15. Allenatore: Rossi, Assistente: Ventura, Dirigente: Beretta

GERARDIANA – SOCIAL OSA 61-57(11-8, 15-7, 15-23, 20-19)

Tabellini: ‪Fanizzi 8, Battigelli, Ghiotto 8, Terzi 8, Cassone 6, Paratore, Rosa 12, Signori 2, Beatrice, Fiorani 13,. Allenatore: Rossi, Assistente: Ventura

Doppia sconfitta per la compagine U18 rossa che si inceppa proprio nel momento centrale della stagione rimettendo in discussione il buon lavoro fatto finora e il percorso intrapreso verso la seconda fase gold.

Due partite diverse ma con epilogo identico. Contro Melegnano in casa la sfida è stata a viso aperto, come merita lo scontro tra 2 squadre appaiate al secondo posto in classifica.
Ha meritato la vittoria la squadra che ci ha creduto di più e che è stata più lucida nel finale.
Sul campo di gerardiana abbiamo offerto onestamente una delle peggiori prestazioni della stagione, figlia degli allenamenti a ranghi ridotti dell’ultimo periodo. Per 2 quarti non siamo scesi in campo per poi reagire in maniera nervosa ma al contempo sconclusionata per portare la partita a decidersi nell’ultimo giro d’orologio. Anche in questo caso non siamo stati pronti e abbiamo ceduto i 2 punti ai nostri avversari.

Purtroppo la situazione infortuni/assenze non sembra essere in miglioramento e dovremo fare fronte con tutta la nostra volontà alla prossima sfida sull’insidioso campo di basketown, fanalino di coda del campionato ma squadra da non sottovalutare.

let’s go Osa!
(LR)

OSA – Basketown 52-40

SOCIALOSA-BASKETOWN 52-40
(7-1, 15-8, 10-19, 20-12)

Tabellini: ‪Fanizzi 3, Battigelli 3, Terzi 8, Cassone 13, Paratore 4, Vaghi, Rosa 5, Signori 4, Beatrice NE, Fiorani 7, Bugo 5. Allenatore: Rossi, Assistente: Ventura, Dirigente: Beretta

Palla a due, assist, canestro.
Comincia così la gara casalinga contro basketown e tutto lascia ben sperare per un match in discesa se non fosse che gli ospiti si chiudono in area e oggi tutti i nostri cecchini sembrano aver dimenticato il mirino a casa. Tanti, troppi, i tiri aperti che ci prendiamo senza ritmo o convinzione (nemmeno la dea bendata ci aiuta un pochino) e questo fattore fa sì che non riusciamo mai veramente a prendere il largo.
D’altra parte però la nostra difesa è arcigna, gli ospiti sono costretti a trovare unicamente tiri difficili e concediamo loro solo 1 punto nel primo quarto.
Questo il filone di tutta la partita con un piccolo calo nel terzo periodo dove fatichiamo a capitalizzare quanto costruito. Ci pensa però il solito Cassone a suonare la carica e l’incontro va in ghiaccio.
Il prossimo passo è evolversi da un punto di vista mentale, diventare agonisticamente più cattivi e chiudere l’incontro appena possibile.
Ci attende la sfida con Melegnano, nuovamente scontro per la seconda piazza solitaria, per dimostrare quali siano le nostre ambizioni.
Appuntamento sabato, ore 16.30, in Copernico.

Let’s go Osa!
(LR)

U18 Rossi: OSA vs Vignate 60-57

SOCIAL OSA – VIGNATE
60-57 (26-10, 9-20, 10-11, 15-16)

Tabellini: ‪Fanizzi 16, Battigelli, Terzi 16, Cassone 10, Paratore 5, Vaghi, Rosa 2, Marcellino, Signori 6, Beatrice, Fiorani 3,. Allenatore: Rossi, Assistente: Ventura, Dirigente: Beretta

Un primo quarto da applausi con la squadra in grande fiducia che si esalta nel pressing recuperando palloni e segnando con continuità. Vignate è alle corde e pare frastornata in una partita che sembra sia già all’epilogo.
Sembra, appunto. Perchè i ragazzi in maglia rossa sentono probabilmente il suono della sirena e smettono di giocare mentre la squadra ospite reagisce e punisce il nostro essere spreconi e superficiali.
Non è un segreto che abbiamo delle difficoltà nel pitturato per le perduranti assenze ma questo non può essere una scusante per quanto espresso per 30 minuti di gioco.
Fanizzi e Terzi tengono le fila della partita, ben aiutati da Cassone che però paga in centimetri e talvolta esce sconfitto dai duelli aerei. Se spingiamo bene con gli esterni siamo troppo fragili nella protezione dell’area e dobbiamo gestire i cali di concentrazione e di rendimento offensivo serrando le fila in difesa e proteggendo con più determinazione il nostro canestro.
Stiamo crescendo, i primi 10 minuti sono la prova che possiamo dominare qualsiasi incontro. Ora si tratta di convincersi che meritiamo il posto in classifica che occupiamo e che col giusto approccio potremo fare ancora enormi passi in avanti.
Appuntamento a sabato prossimo, ancora in casa, contro basketown.

Let’s go Osa!
(LR)

U18 Rossi: Giallo di misura

MELEGNANO – SOCIAL OSA
54-51 (14-9, 13-15, 9-16, 18-11)

Tabellini: ‪Bugo‬, Fanizzi 6, Battigelli, Terzi 12, Cassone 14, Paratore 2, Vaghi 3, Rosa 3, Marcellino, Signori 11. Allenatore: Rossi, Assistente: Ventura.

Inizio d’anno amaro per la compagine U18 rossa che in formazione molto rimaneggiata si lascia scappare al fotofinish la vittoria in una partita vibrante e ben disputata dai nostri ragazzi.
Melegnano gioca meglio le ultime azioni ottenendo il risultato, purtroppo per noi la gestione di alcuni possessi richiede più esperienza (e perchè no furbizia e… fortuna) di quanta ne abbiamo maturata finora e senza dubbio non portiamo a casa il referto rosa ma dei preziosi insegnamenti per il prosieguo della stagione.
Il match inizia tutto a favore della squadra casalinga ma la risposta non tarda ad arrivare con Cassone sugli scudi ben aiutato dal rientrante Signori (5 triple messe a segno dalla coppia di esterni), all’intervallo lungo siamo a -3. Terzo quarto tutto di marca giallo-rossa con anche Marco Terzi che punisce ripetutamente la difesa di casa. Nemmeno l’aggressiva difesa a zona ci impensierisce ma gli ultimi 4 minuti è veemente la reazione di Melegnano e nonostante buoni tiri non riusciamo più a segnare mentre Mauriello e Cambriani (31 punti in totale) non sbagliano più portandosi sul +1 a pochi secondi dal termine. Il fallo sistematico non ci premia e così dobbiamo arrenderci alla maggior lucidità dei nostri avversari.
Non dobbiamo scoraggiarci, lavorare per ripristinare la difesa come punto di forza e ripartire dalla prossima gara in casa contro Vignate per premiare il bel gioco espresso con un risultato che ci proietti nuovamente verso la fase gold.

Let’s go Osa!
(LR)

Ottima gara!

TUMMINELLI – SOCIAL OSA
36-66 (6-16, 13-21, 8-14, 9-15)

Tabellini: Ghiotto 10, ‪Bugo 4‬, Fanizzi 2, Battigelli 3, Fiorani 11, Terzi 11, Cassone 8, Paratore 9, Beatrice 2, Vaghi, Rosa 6. Allenatore: Rossi, Assistente: Ventura. Dirigente: Beretta.

Forse la partita più importante per il morale dall’inizio dell’anno.
I ragazzi in maglia giallorossa vengono da un’amara sconfitta casalinga e la vittoria contro Tumminelli li proietterebbe a giocarsi il secondo posto contro Melegnano a pari punti subito dopo il rientro dalla pausa natalizia.

Il match inizia con un pregievole circus-shot da parte degli avversari ma questo, fortunatamente, sarà il loro unico vantaggio nei 40′.
Non concediamo nulla nel primo quarto, solo 2 canestro+fallo per banali ingenuità, e la partita si indirizza già sui binari giusti.
La squadra gira molto bene, ottimi tagli e molto buona difesa in aiuto, i ragazzi ci sono e hanno voglia di darsi per il collettivo; gli avversari forzano molto e ben presto perdono lucidità.
Il secondo quarto vede crescere l’agonismo della squadra casalinga ma non ci lasciamo intimorire e sarà Gabriele Fiorani a infliggere il colpo di grazia con un buzzer-beater da centro campo da vero protagonista.

Il tabellone a metà gara dice 19-37 per i ragazzi della coppia Rossi-Ventura.
Il resto dello scontro è di allungo sugli avversari e di affinamento di alcune tecniche offensive e difensive.
Profonde rotazioni e tanti minuti per tutti per dare spazio a chi solitamente assapora meno il parquet ma merita in allenamento ogni settimana per impegno e crescita.
Coronamento del bel gioco espresso e del senso di squadra il primo canestro di questa stagione di Simone Beatrice che fa saltare in piedi tutta la panchina.
Che bello vederli così!

Ora occhi e testa alla prossima partita con Melegnano, che vale da scontro diretto per il passaggio del turno.
Ma prima un po’ di meritato riposo… e Buon Natale!
Let’s go Osa!
(MT)